Gara - ID 439

Stato: Scaduta


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante DIPARTIMENTO SPORT E POLITICHE GIOVANILI
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoLavori
Lavori di risanamento conservativo dell’impianto sportivo capitolino "Palazzetto dello Sport" di Viale Tiziano – Piazza Apollodoro Roma – Municipio RM II – SIS 2/17.
 
CIG8349306147
CUPJ85D20000090004
Totale appalto€ 2.577.331,60
Data pubblicazione 26/06/2020 Termine richieste chiarimenti Venerdi - 24 Luglio 2020 - 12:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 03 Agosto 2020 - 12:00 Apertura delle offerteMercoledi - 05 Agosto 2020 - 10:00
Categorie merceologiche
  • 45453 - Lavori di riparazione e ripristino
DescrizioneGli inteventi previsti sono i seguenti:
- nuova distribuzione funzionale interna:
   - ristrutturazione degli ambienti spogliatoi e adeguamento normativo dei blocchi bagni al piano -2.35 ed al piano +0.65, riqualificazione zona vip, realizzazione di un presidio medico per la zona spettatori, realizzazione di due locali ad uso ufficio con relativi servizi;
- rifacimento della pavimentazione dell’area per l’attività sportiva danneggiata;
- rifacimento dell’impermeabilizzazione della copertura;
- rifacimento dell’impermeabilizzazione e interventi di ripristino della zona balaustra esterna;
- trattamento di ripristino e conservazione delle superfici in calcestruzzo cavalletti di sostegno della cupola;
- rifacimento impianto elettrico.
- rifacimento dell’impianto di illuminazione;
- rifacimento Impianto di climatizzazione;
- ripristino della funzionalità dei due servoscale per diversamente abili.
Struttura proponente Dipartimento Sport e Politiche Giovanili - U.O. Gestione e Sviluppo Impiantistica Sportiva
Responsabile del servizio arch. Roberto Ziantoni Responsabile del procedimento SABELLI DANIELE
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf bando-di-gara-palazzetto-nervi-signed - 1.14 MB
26/06/2020
File pdf disciplinare-di-gara - 755.08 kB
26/06/2020
File pdf mod.1 - 213.35 kB
26/06/2020
File pdf allegato-1-elementi-e-sub-elementi-di-valutazione-e-relativi-criteri-motivazionali - 130.21 kB
26/06/2020
File doc allegato-5-attestazione-di-sopralluogo-e-dichiarazione-presa-visione-aree-di-intervento - 50.00 kB
26/06/2020
File pdf allegato-6-patto-di-integrita-a - 504.51 kB
26/06/2020
File zip all-3-progetto-esecutivo-prot-2859-del-22.06.2020-contenente-gli-allegati-2-e-4 - 108.53 MB
26/06/2020
File pdf modello-dgue - 175.59 kB
26/06/2020
File pdf determina-esecutiva-95-24-06-2020-lv010101 - 175.98 kB
26/06/2020
File pdf disciplinare-di-gara-contenente-dati-del-bando.pdfa - 2.40 MB
13/07/2020
File pdf Atto di costituzionedella Commissione valutatrice - 63.29 kB
19/08/2020
File pdf Curriculum Vitae Di Tosto Maurizio - 135.35 kB
20/08/2020
File pdf Curriculum Vitae De Luca Alberto - 6.23 MB
20/08/2020
File pdf Curriculum Vitae De Meo Salvatore - 3.38 MB
20/08/2020

Commissione valutatrice

File pdf Atto di costituzione DD 133 - 18/08/2020
Nome Ruolo CV
Di Tosto Maurizio Presidente File pdf
De Luca Alberto Commissario File pdf
De Meo Salvatore Commissario File pdf

Chiarimenti

  1. 07/07/2020 10:54 - IL SOPRALLUOGO SOLO DOPO L’INVIO DI TUTTI I DOCUMENTI?

    No, il sopralluogo deve essere effettuato prima della presentazione dell’offerta in quanto necessario per prendere conoscenza delle condizioni locali e di tutti gli elementi e le circostanze generali e particolari che possono influire sullo svolgimento dei lavori e sulla determinazione dell’offerta.
    Si ricorda, altresì, che la copia conforme all'originale dell’Attestazione del sopralluogo e dichiarazione di  presa visione delle aree di intervento, rilasciata dal tecnico della Stazione Appaltante alla conclusione del sopralluogo obbligatorio, sottoscritta dal/i titolare/i o del/i legale/i rappresentante/i o di altra/e persona/e munita di specifici poteri di firma ed accompagnata da copia del documento di identità dello stesso, dovrà essere inserita nella BUSTA TELEMATICA A – DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA attraverso la Piattaforma come indicato nel Disciplinare di Gara.
    La richiesta di sopralluogo dovrà essere inviata all'amministrazione appaltante entro il 29 luglio 2020 (5 giorni dalla data di scadenza della presentazione dell’offerta - 03 agosto 2020) e non dalla data di presentazione della stessa, come impropriamente indicato nel Disciplinare di Gara.
     
    09/07/2020 09:24
  2. 06/07/2020 16:20 -
    In riferimento alla procedura di gara la scrivente richiede a questa Spett.le S.A. chiarimento relativamente al punto 10.4 del disciplinare di gara “ Requisiti di specializzazione”. Si specifica che “ai sensi dell’art.3 comma 1 lett.c) del DM, gli operatori economici dovranno possedere per l’esecuzione delle opere i seguenti requisiti: per la categoria OG 11 possedere per ciascuna delle categorie specializzate individuate con l’acronimo OS 3 requisiti speciali pari al 40 % - OS 28 requisiti speciali pari al  70 % - OS 30 requisiti speciali pari al  70 %”.

    Si chiede conferma riguardo tale prescrizione, poiché per quanto di nostra conoscenza tali requisiti sono si necessari per ottenere l’attestazione SOA in Categoria OG11, ma una volta ottenuta quest’ultima non è necessario possedere le singole categorie specialistiche in essa ricomprese. Tra l’altro se l’impresa partecipante avesse ottenuto tali requisiti, ad esempio rientranti nella categoria specialistica OS3, mediante lavori ricadenti della categoria generale OG11 ed attestati su CEL come OG11, non possederebbe attestazione SOA con categoria specialista OS3 sebbene in possesso della categoria OG11.
    In sintesi si richiede a codesta Spett.le S.A. se un’impresa in possesso di Categoria OG11 di classifica adeguata debba ritenersi priva dei requisiti necessari per la partecipazione al presente appalto se non in possesso di tutte e tre le categorie specialistiche (OS3-OS28-OS30).



     


    I requisiti di specializzazione richiesti al punto 10.4 del Disciplinare di Gara, ai sensi dell’art. 3 comma 1 lett.c) del DM  10 novembre 2016, n. 248, sono dimostrati  ad oggi attraverso il possesso dell’Attestazione di qualificazione, rilasciata da una Società Organismo di Attestazione (SOA) regolarmente autorizzata, in corso di validità, che documenti la qualificazione nella categoria OG11 con classifica adeguata ai lavori da assumere (III- bis) in quanto i requisiti per ottenere l’attestazione di qualificazione nella categoria OG11 sono, in attesa del nuovo Regolamento di cui all’art. 216 comma 27-octies, attualmente coincidenti con i requisiti di specializzazione di cui all’art. 3 comma 1 lett.c del DM 248/2016.
    09/07/2020 10:05
  3. 08/07/2020 11:36 - Buongiorno, la scrivente impresa, interessata a partecipare alla gara in questione, pone i seguenti quesiti:
    - ai fini della qualificazione, è ammesso l’avvalimento per la Certificazione ISO 14001?
    - in caso di partecipazione come Consorzio Stabile, quest’ultimo può qualificarsi attraverso la Certificazione ISO 14001 della Consorziata esecutrice? Se si, la Certificazione deve essere posseduta da tutte le imprese designate esecutrici?
    - E’ possibile qualificarsi per la categoria OS8 mediante mediante Attestazione SOA per Categoria OG1 di pari importo?

     


    Ai sensi del paragrafo 10.2 del Disciplinare di gara l’operatore economico dovrà essere in possesso di una registrazione EMAS (Regolamento n. 1221/2009 sull’adesione volontaria delle organizzazioni a un sistema comunitario di ecogestione e audit), in corso di validità, oppure una certificazione secondo la norma ISO 14001 o secondo norme di gestione ambientale basate sulle pertinenti norme europee o internazionali, certificate da  organismi  di  valutazione  della  conformità.

    Ai sensi del paragrafo 13.1 del Disciplinare, in  attuazione  dell’art.  89  del  D.Lgs.  n.  50/2016,  il  concorrente  singolo,  consorziato, raggruppato o aggregato in Rete, ai sensi dell’art. 45 del D.Lgs. n. 50/2016, può dimostrare il possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico e organizzativo avvalendosi dei requisiti di un altro soggetto, anche partecipante al raggruppamento. 

    Relativamente ai consorzi trova applicazione il disposto di cui all’art. 48 del D.Lgs. n. 50/2016.

    In ordine alla qualificazione per le categorie delle lavorazioni previste nell’appalto (paragrafo 5 del Disciplinare) si precisa che l’attestazione di qualificazione (SOA) costituisce condizione necessaria e sufficiente per la dimostrazione dell’esistenza dei requisiti di capacità tecnica e finanziaria ai fini dell’affidamento. I concorrenti, a pena di esclusione, devono essere in possesso,  relativamente  alle  lavorazioni  di  cui  al precedente  paragrafo  5,  di  attestazione  di qualificazione, rilasciata da società organismo di attestazione (SOA) regolarmente autorizzata, in corso di validità, che documenti, ai sensi degli artt. 84 del Codice e 61 del DPR n. 207/2010, la qualificazione nella categoria con classifica adeguata ai lavori da assumere. Si rinvia, per il resto, a quanto previsto dal Disciplinare al paragrafo 10.1 del Disciplinare.

    10/07/2020 13:40
  4. 13/07/2020 11:39 - IN MERITO ALLA PRESENTE PROCEDURA, LA SOTTOSCRITTA IMPRESA, IN POSSESSO DELLE CATEGORIE
    OG11 – CLASS. IV bis E CAT. OG2 – CLASS. III bis, CHIEDE SE POSSA PARTECIPARE IN QUALITA’ DI
    IMPRESA SINGOLA, SENZA QUINDI RICORRERE ALLA COSTITUZIONE DI UN RTI.
    IN ALTRE PAROLE, SI CHIEDE SE LA CATEGORIA OS8 SIA SUBAPPALTABILE AL 100%.

     


    Si precisa che la categoria scorporabile OS8 è subappaltabile al 100%, fermo restando che l’eventuale subappalto non può superare la quota del 40% dell’importo complessivo del contratto, ai sensi dell’art. 105 D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm. e ii. (decreto-legge n. 32/2019, convertito dalla legge n. 55/2019). 

    Si rinvia, per la disciplina del subappalto, a quanto previsto dal Disciplinare di gara al paragrafo 14 ed dall’art. 105 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm. e ii., ed in particolare si ricorda che il concorrente deve indicare, all’atto dell’offerta, i lavori o le parti di opere che intende subappaltare, in conformità alla citata disposizione, e  la quota espressa in percentuale sull’importo contrattuale, avvalendosi del modello di formulario DGUE. In mancanza di tali indicazioni il successivo subappalto è vietato. 

    La mancata espressione della volontà di ricorso al subappalto per le categorie a qualificazione obbligatoria non possedute dal partecipante, comporta l’esclusione dalla gara. 

    15/07/2020 09:38
  5. 15/07/2020 10:14 - In riferimento alla procedura di gara in esame ed in particolare al paragrafo 10.3 del disciplinare di gara in cui è richiesto  l’applicazione delle  Linee  Guida adottate con  D.M.  06.06.2012  “Guida  per l’integrazione  degli  aspetti  sociali  negli  appalti  pubblici” attraverso il possesso della certificazione SA 8000:2014 o equivalente,  in alternativa, devono dimostrare di aver dato seguito a quanto indicato nella Linea Guida adottata con decreto ministeriale 6 giugno 2012 «Guida per l'integrazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici»., con la presente si richiede se tale requisito è da possedere, a pena di esclusione, all’atto della partecipazione.
     


    Si conferma che il requisito inerente “Diritti umani e condizioni di lavoro” di cui all’art. 10.3 del Disciplinare rientra tra i “REQUISITI DI CAPACITÀ ECONOMICO-FINANZIARIA E TECNICO-ORGANIZZATIVA” richiesti agli operatori economici per la partecipazione alla gara, ai sensi dell’art. 8.1 del medesimo Disciplinare: “Gli operatori economici possono partecipare alla presente gara in forma singola o associata, secondo le disposizioni dell’art. 45 del D.Lgs. n. 50/2016, purché in possesso dei requisiti prescritti dai successivi articoli”. Il requisito di cui innanzi deve essere indicato dall’operatore economico nel DGUE.
     
    16/07/2020 11:12
  6. 20/07/2020 16:00 - Rif. Doc. All.1 - Elementi e sub elementi di valutazione e relativi criteri motivazionali - A.5 Miglioramento condizioni di sicurezza, lavabilità, percorribilità ed accesso disabili pavimenti e rivestimenti:

    Vine richiesto "Pavimenti in pvc spogliatoi e altri ambienti" si fa notare che dalle tavole di progetto e nel computo,  negli spogliatoi sono previsti pavimenti in gres porcellanato  - si richiede a quale superficie  dell'impianto  ci si deve riferire ai fini del dimensionamento della miglioria tecnica?


    Rif. Bando Gara - Rif par.II.1.9) Categorie richieste: Ai fini della partecipazione a gara vengono richieste le seguenti cat. SOA OG11  class IIIBis - OG2 class III e OS8 class II - Relativamente alla categoria OG2 tali lavori se tutelati ai sensi delll'Art.10 del D.Lgs 42/04 - dei Beni Culturali,  desideriamo avere le prescrizioni imposte - diversamente se non disponibili o disponibili pro futuro,  la categoria SOA OG2 sembrerebbe essere non attinente alle lavorazioni richieste.

    Infine la categoria OS8 Class II essendo non specialistica puo' essere subappaltata al 100% in quanto scorporabile e non super specialistica?

     


    Il miglioramento delle condizioni di sicurezza, di lavabilità, di percorribilità ed accesso disabili previste nel punto A.5 dell’Allegato A - Elementi e sub-elementi di valutazione e relativi criteri motivazionali del Disciplinare di Gara è riferito ai PAVIMENTI SPOGLIATOI ED ALTRI AMBIENTI.
    Nel 2005 il Palazzetto dello Sport progettato dall’ing. Pier Luigi Nervi e dall’arch. Annibale Vitellozzi è stato dichiarato Opera di Eccellenza dalla Direzione Generale per l’Arte e l’Architettura Contemporanee (DARC) del Ministero per i Beni e le Attività culturali, per il rilevante interesse architettonico e urbano.
    E’ stato rilasciato parere favorevole con prescrizioni dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali in sede di Conferenza dei Servizi ritenendo “le opere progettate compatibili con i criteri di tutela monumentale”.
    Nel 2003 il Palazzetto dello Sport è stato inserito negli Edifici con tipologia edilizia speciale ad impianto nodale iscritti nella Carta per la Qualità allegata al PRG del comune di Roma, al foglio b, Allegato G1.b., ed è compreso nelle strategie d’intervento del Progetto Urbano Flaminio – Foro Italico.
    Si precisa che la categoria scorporabile OS8 è subappaltabile al 100%, fermo restando che  l’eventuale subappalto non può superare la quota del 40% dell’importo complessivo del contratto, ai sensi dell’art. 105 D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm. e ii. (decreto-legge n. 32/2019, convertito dalla legge n. 55/2019).
    Si rinvia, per la disciplina del subappalto, a quanto previsto dal Disciplinare di gara al paragrafo 14 ed all’art. 105 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm. e ii., ed in particolare si ricorda  che il concorrente deve indicare, all’atto dell’offerta, i lavori o le parti di opere che intende subappaltare, in conformità alla citata disposizione, e  la quota espressa in percentuale sull’importo contrattuale, avvalendosi del modello di formulario DGUE. In mancanza di tali indicazioni il successivo subappalto è vietato.
     
    21/07/2020 15:10
  7. 16/07/2020 10:01 - IN MERITO ALLA PRESENTE PROCEDURA, LA SOTTOSCRITTA IMPRESA, IN POSSESSO DELLE CATEGORIE
    OG11 – CLASS. V   E CAT. OG1 – CLASS. V , CHIEDE SE POSSA PARTECIPARE IN QUALITA’ DI
    IMPRESA SINGOLA, SENZA QUINDI RICORRERE ALLA COSTITUZIONE DI UN RTI.
    IN ALTRE PAROLE, SI CHIEDE SE LA CATEGORIA OG2 SIA SUBAPPALTABILE AL 100% AD IMPRESA QUALIFICATA


    La categoria scorporabile OG2 è subappaltabile al 100%, fermo restando che  l’eventuale subappalto non può superare la quota del 40% dell’importo complessivo del contratto, ai sensi dell’art. 105 D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm. e ii. (decreto-legge n. 32/2019, convertito dalla legge n. 55/2019).
    Si rinvia, per la disciplina del subappalto, a quanto previsto dal Disciplinare di gara al paragrafo 14 ed all’art. 105 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm. e ii., ed in particolare si ricorda  che il concorrente deve indicare, all’atto dell’offerta, i lavori o le parti di opere che intende subappaltare, in conformità alla citata disposizione, e  la quota espressa in percentuale sull’importo contrattuale, avvalendosi del modello di formulario DGUE. In mancanza di tali indicazioni il successivo subappalto è vietato.
     
    21/07/2020 15:12
  8. 20/07/2020 10:37 - Si richiede il chiarimento circa il possesso della certificazione SA 8000 e precisamente: essendo un consorzio stabille che partecipa alla gara, indicando due imprese consorziate per l’esecuzione dei lavori, essendo in possesso della suddetta certificazione solo una delle consorziate è possibile partecipare?

    Si conferma, come indicato nel Disciplinare di gara, paragrafo 10.3, che per i raggruppamenti di imprese, i consorzi e le reti di imprese si applicherà il disposto di cui all’art. 48 del D.Lgs. n. 50/2016.
    Per i Consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro di cui all’art. 45, comma 2 lett. b) del D.Lgs. n. 50/2016 e per i Consorzi stabili trova applicazione l’art. 47 del D.Lgs. n. 50/2016 ai sensi del quale, in particolare “I requisiti di idoneità tecnica e finanziaria per l'ammissione alle procedure di affidamento dei soggetti di cui all'articolo 45, comma 2, lettere b) e c), devono essere posseduti e comprovati dagli stessi con le modalità previste dal presente codice, salvo che per quelli relativi alla disponibilità delle attrezzature e dei mezzi d'opera, nonché all'organico medio annuo, che sono computati cumulativamente in capo al consorzio ancorché posseduti dalle singole imprese consorziate” (comma 1).
    Si ricorda che il requisito in argomento deve essere indicato dall’operatore economico nel DGUE.
     
    22/07/2020 09:22
  9. 20/07/2020 14:36 - In riferimento al requisito inerente “Diritti umani e condizioni di lavoro” di cui all’art. 10.3 del Disciplinare, visto quanto riscontrato da questa Stazione Appaltante in merito al chiarimento n.5, con la presente si chiede di voler confermare se il requisito debba essere posseduto da tutti gli Operatori economici in caso di raggruppamento ed anche da tutti quelli indicati in caso di Corsorzio. 

     


    Si conferma, come indicato nel Disciplinare di gara, paragrafo 10.3, che per i raggruppamenti di imprese, i consorzi e le reti di imprese si applicherà il disposto di cui all’art. 48 del D.Lgs. n. 50/2016.
    Per i Consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro, di cui all’art. 45, comma 2 lett. b) del D.Lgs. n. 50/2016, e per i Consorzi stabili, di cui all’art. 45, comma 2 lett. c) del D.Lgs. n. 50/2016, trova applicazione l’art. 47 del D.Lgs. n. 50/2016.

    Si ricorda che il requisito in argomento deve essere indicato dall’operatore economico nel DGUE.
     
    22/07/2020 09:25
  10. 22/07/2020 09:07 -                 In riferimento al documento Allegato 1 – Elementi e sub elementi di valutazione e relativi criteri motivazionali si richiedono chiarimenti in merito ai punti di seguito specificati:
    • Punto A.5. si richiede se la specifica nella sezione contenuto dell’ offerta che riporta “ per il conseguimento dei risultati della proposta non è ammesso aumentare il numero di apparecchi illuminanti con il conseguente aumento del peso degli stessi ne prevedere la collocazione degli stessi in altre zone del Palazzetto diverse da quelle di Progetto” si intende che gli apparecchi illuminanti non possono essere minimamente spostati rispetto alla posizione esatta prevista nel progetto, o se per zona si intende che debbano rimanere posizionati sulla copertura del palazzetto con possibilità di spostarli all’interno di questa.
    • Punto A.3. si richiede se è presente un gruppo elettrogeno per il supporto agli impianti con interfaccia all’UPS esistente, o se sono presenti solo delle predisposizioni per l’installazione dello stesso solo all’occorrenza.


     


    Si conferma quanto indicato nel punto A.2 dell’Allegato A, Elementi e sub-elementi di valutazione e relativi criteri motivazionali del Disciplinare di Gara, dove è riportato che “Per il conseguimento dei risultati della proposta non è ammesso aumentare il numero di apparecchi illuminanti con il conseguente aumento del peso degli stessi né prevedere la collocazione degli stessi in altre zone del Palazzetto diverse da quelle di progetto.”
    Relativamente al punto A.3 dell’Allegato A, Elementi e sub-elementi di valutazione e relativi criteri motivazionali del Disciplinare di Gara, si comunica che, in coerenza con gli elaborati progettuali, non è presente un gruppo elettrogeno per il supporto agli impianti con interfaccia all’UPS esistente e non sono presenti delle predisposizioni per l’installazione di un gruppo elettrogeno.
     
    23/07/2020 14:40
  11. 22/07/2020 16:55 - La sottoscritta impresa, in possesso di attestazione SOA OG11 Class. III e OG2 Class. V, di certificazione ISO 14001 e SA 8000, intende partecipare all’appalto come capogruppo di una costituenda ATI orizzontale con una impresa in possesso di attestazione SOA OG11 Class. III, ma sprovvista delle certificazioni ISO 14001 e SA 8000. Si chiede se tali requisiti sono sufficienti per la partecipazione alla procedura (il disposto di cui all’art. 48 del D.Lgs. n. 50/2016 non è esaustivo).

    Si conferma che i requisiti inerenti i “Sistemi di gestione ambientale”, di cui all’art. 10.2 del Disciplinare, e “Diritti umani e condizioni di lavoro”, di cui all’art. 10.3 del Disciplinare, rientrano tra i “REQUISITI DI CAPACITÀ ECONOMICO-FINANZIARIA E TECNICO-ORGANIZZATIVA” richiesti agli operatori economici per la partecipazione alla gara, ai sensi dell’art. 8.1 del medesimo Disciplinare: “Gli operatori economici possono partecipare alla presente gara in forma singola o associata, secondo le disposizioni dell’art. 45 del D.Lgs. n. 50/2016, purché in possesso dei requisiti prescritti dai successivi articoli”.
    I requisiti di cui innanzi devono essere indicati dagli operatori economici nel DGUE.
    27/07/2020 17:36
  12. 23/07/2020 17:23 - Gentilmente si chiede conferma che i corridoi distributivi alle tribune (dagli ingressi alle sedute) non vanno rifatti e quindi gli 11 punti previsti per il "Miglioramento percorribilità dei corridoi da parte di persone con disabilità" si fonda su interventi che però non hanno un riconoscimento economico nel computo metrico.
     


    Si conferma che per il miglioramento della percorribilità dei corridoi da parte di persone con disabilità, previsto nel punto A.5 dell’Allegato A - Elementi e sub-elementi di valutazione e relativi criteri motivazionali del Disciplinare di Gara, “Saranno valutate soluzioni tecniche conformi al fine di proporre migliorie, rispetto a quanto previsto in progetto, finalizzate ad integrare e migliorare la sicurezza di percorribilità, la lavabilità e la facilitazione di orientamento sui pavimenti dei corridoi dei settori del pubblico con particolare riferimento al collegamento con le aree dei servizi al fine di individuare meglio ed in modo intuitivo le vie d''esodo”.
    27/07/2020 17:37

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

ROMA CAPITALE

Direzione Generale - Centrale Unica Appalti - p.zza G. da Verrazzano, 7 Roma (RM)
Tel. - per ogni tipo di informazione, gli operatori economici devono chiamare esclusivamente il numero 02-40031280) - Fax. 06.4115333 - Email: supporto.garetelematiche@comune.roma.it - PEC: romacapitale@pec.tuttogare.it