Gara - ID 566

Stato: Pubblicazione


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante DIPARTIMENTO TRASFORMAZIONE DIGITALE
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
Procedura aperta per l’affidamento del servizio di radiocomunicazione multi-accesso privato digitale per Roma Capitale e dei servizi di gestione e manutenzione della rete Tetra esistente di proprietà dell’Amministrazione.
CIG8546419810
CUP
Totale appalto€ 15.776.877,00
Data pubblicazione 28/12/2020 Termine richieste chiarimenti Venerdi - 26 Febbraio 2021 - 10:30
Scadenza presentazione offerteLunedi - 08 Marzo 2021 - 10:30 Apertura delle offerteMartedi - 09 Marzo 2021 - 09:30
Categorie merceologiche
  • 3223 - Apparecchi di radiotrasmissione con apparecchi di ricezione
  • 48 - Pacchetti software e sistemi di informazione
  • 50333 - Servizi di manutenzione di attrezzature per radiocomunicazioni
  • 642 - Servizi di telecomunicazione
  • 722 - Programmazione di software e servizi di consulenza
  • 79511 - Servizi di operatore telefonico
DescrizioneRoma Capitale intende affidare ad un Fornitore specializzato l’erogazione dei servizi di gestione e manutenzione della rete in tecnologia TETRA esistente di proprietà dell’Amministrazione e procedere alla successiva acquisizione di un nuovo servizio di radiocomunicazione multi-accesso privato digitale erogato tramite un’infrastruttura scelta dal Fornitore.
Struttura proponente Dipartimento Trasformazione Digitale
Responsabile del servizio Ing. Raffaele Gareri Responsabile del procedimento Fazio Giovanni
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf 1-relazione-tecnico-illustrativa-signed - 1.02 MB
28/12/2020
File pdf 2-duvri-signed - 1.38 MB
28/12/2020
File pdf 3-calcolo-degli-importi-signed - 633.57 kB
28/12/2020
File pdf 4-prospetto-economico-degli-oneri-necessari-per-lacquisizione-dei-servizi-signed - 359.49 kB
28/12/2020
File pdf 5-csdp-signed - 1.58 MB
28/12/2020
File pdf 5.1-appendice-1-al-csdp-capitolato-procedura-negoziata-signed - 0.97 MB
28/12/2020
File pdf 5.2-appendice-2-al-csdp-concessione-delle-frequenze-da-parte-del-mise-signed - 795.70 kB
28/12/2020
File pdf 5.3-appendice-3-al-csdp-estratto-del-progetto-esecutivo-dellattuale-rete-radio-multi-accesso-digitale-di-roma-capitale-signed - 2.74 MB
28/12/2020
File pdf 5.4-appendice-4-al-csdp-dislocazione-delle-consistenze-dellattuale-rete-radio-multi-accesso-digitale-di-roma-capitale-signed - 666.26 kB
28/12/2020
File pdf 6-stima-costo-manodopera-signed - 524.85 kB
28/12/2020
File pdf 7-schema-di-contratto-signed - 1.03 MB
28/12/2020
File pdf 8-protocollo-intesa-prefettura-roma-capitale - 2.18 MB
28/12/2020
File pdf 9-patto-di-integrit - 117.54 kB
28/12/2020
File pdf 10-codice-di-comportamento - 934.28 kB
28/12/2020
File pdf 11-istruzioni-sulle-comunicazioni-delle-pubbliche-amministrazioni - 201.33 kB
28/12/2020
File pdf 12-modello-domanda-di-partecipazione - 1.05 MB
28/12/2020
File pdf 13-modello-comunicazioni-ex-art.-76-d.lgs.-50-2016 - 273.10 kB
28/12/2020
File pdf 14-modello-dichiarazione-integrativa-avvalimento - 778.29 kB
28/12/2020
File pdf 15-modello-di-relazione-tecnica-signed - 694.14 kB
28/12/2020
File pdf 16-modello-denominato-offerta-tecnica-signed - 503.34 kB
28/12/2020
File pdf 17-modello-denominato-offerta-economica-signed - 501.88 kB
28/12/2020
File docx modello-comunicazioni-ex-art.-76-d.lgs.-50-2016. - 18.24 kB
28/12/2020
File xlsx modello-denominato-offerta-economica-. - 20.71 kB
28/12/2020
File xlsx modello-denominato-offerta-tecnica-. - 23.36 kB
28/12/2020
File doc modello-dichiarazione-integrativa-avvalimento - 59.00 kB
28/12/2020
File doc modello-domanda-di-partecipazione - 96.50 kB
28/12/2020
File pdf determina-a-contrarre-591-2020 - 247.41 kB
28/12/2020
File pdf determina-indizione-gara-n.-572-2020 - 78.48 kB
28/12/2020
File pdf bando-signed - 661.35 kB
28/12/2020
File pdf disciplinare-signed - 809.64 kB
28/12/2020
File pdf 12-20s-avviso-di-proroga-signed-albo - 362.35 kB
08/02/2021
File pdf 12-20s-dd-rep.-41-2021-proroga-termine-presentazione-offerte - 58.63 kB
08/02/2021

Avvisi di gara

08/02/2021Modifica date procedura Aperta: Procedura aperta per l’affidamento del servizio di radiocomunicazione multi-accesso privato digitale per Roma Capitale e dei servizi di gestione e manutenzione della rete Tetra esistente di proprietà dell’Amministrazio
Si comunica l'avvenuta modifica delle date relative la procedura in oggettoA seguire la tabella riepilogativa delle date aggiornateTermine richieste chiarimenti26/02/2021 10:30Scadenza presentazione offerte08/03/2021 10:30Apertura delle offerte09/03/2021 ...

Chiarimenti

  1. 20/01/2021 12:52 - In relazione a quanto richiesto al paragrafo 3.1.2 del CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE e a quanto riportato nella sua Appendice 1: “Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale della procedura negoziata per l’affidamento dei servizi di gestione, manutenzione e assistenza per le attività di “Housing full service per SRB, “Rete trasmissiva” e “Polo PSAP - Sistema NUE112” nell’ambito della procedura aperta per l’affidamento del servizio di radiocomunicazione multi-accesso privato digitale per Roma Capitale e dei servizi di gestione e manutenzione della rete TETRA esistente di proprietà dell’Amministrazione”, si chiede di specificare:
    1. quali siti TIM sono disponibili per ospitare le SRB e gli elementi della nuova rete TETRA prevista per la FASE B, specificando almeno le coordinate geografiche dei siti stessi, le infrastrutture di sito dove sarà possibile installare le antenne con relative altezze e gli spazi di sito disponibili per l’installazione delle stazioni radio base e degli altri elementi di rete;
    2. quali siti di proprietà dell’Amministrazione sono disponibili per ospitare le SRB e gli elementi della nuova rete TETRA prevista per la FASE B, specificando almeno le coordinate geografiche dei siti stessi, le infrastrutture di sito dove sarà possibile installare le antenne con relative altezze e gli spazi di sito disponibili per l’installazione delle stazioni radio base e degli altri elementi di rete;
    3. se è possibile utilizzare, per ospitare le SRB e gli elementi della nuova rete TETRA prevista per la FASE B, siti alternativi rispetto a quelli previsti ai suddetti punti 1 e 2;
    4. per i siti dei punti 1 e 2 si chiede di specificare il tipo di alimentazione, le stazioni di energia, la potenza, le batterie e i circuiti elettrici resi disponibili ai concorrenti nel servizio di housing.
    5. Inoltre allo scopo di pianificare i livelli di servizio per gli interventi si chiede di specificare quali sono le procedure di accesso ai siti dei punti 1 e 2.


    1. I siti che ospiteranno le Stazioni Radio Base (Stazioni Radio Base in numero non inferiore a 35) durante la fase B dovranno essere liberamente individuati a cura del concorrente, garantendo i requisiti di copertura individuati nel Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale.
    2. I siti che ospiteranno le Stazioni Radio Base (Stazioni Radio Base in numero non inferiore a 35) durante la fase B dovranno essere liberamente individuati a cura del concorrente, garantendo i requisiti di copertura individuati nel Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale.
    3. Si conferma.
    4. Durante la fase A, come specificato nel par. 2.1 dell’Appendice 1 al Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale, l’attuale fornitore del servizio di Housing Full Services si impegna a fornire uno spazio tecnologicamente attrezzato per ospitare gli apparati della rete radio Tetra di proprietà dell’Amministrazione garantendo la sicurezza fisica delle Base Stations, adeguati sistemi antincendio e antifurto, il corretto funzionamento degli impianti di climatizzazione, l’alimentazione ordinaria e di emergenza nonché un’accurata manutenzione dei locali.
      Per le caratteristiche tecniche e le modalità di funzionamento delle SRB, si rimanda al par. 3.2.3 dell’ Appendice 3 al Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale.
    5. Come riportato nel par. 2.1 dell’Appendice 1 al Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale, durante la fase A, per tutte le attività erogate in favore di Roma Capitale da parte dell’aggiudicatario della procedura di gara europea, l’attuale fornitore del servizio di Housing Full Services si impegna a garantire l’accesso a tutti i siti ospitanti le Base Stations ad una lista prestabilita di tecnici indicati dall’aggiudicatario in caso di guasto o malfunzionamento degli apparati ospitati o per lo svolgimento di attività programmate di manutenzione. A tal fine i predetti tecnici dovranno essere dotati di badge o altro strumento per l’apertura autonoma dei siti non presidiati ovvero pre-autorizzati per l’ingresso nei siti dotati di guardiania per il controllo degli accessi.
      I locali nelle disponibilità dell’Amministrazione saranno sempre accessibili previo contatto con i Referenti Locali del servizio che verranno successivamente comunicati all’aggiudicatario della procedura.
      Come riportato nel par. 2 del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale , in caso di guasti, anomalie, o allarmi generati dal sistema di monitoraggio della rete Tetra, la cui origine ricada nel perimetro delle attività oggetto del contratto di cui all’Appendice 1 al CSDP, l’Amministrazione e l’aggiudicatario del presente appalto, effettueranno l’analisi del disservizio e lo veicoleranno al fornitore del suddetto contratto, telefonicamente e\o mediante apertura di una segnalazione sulla piattaforma di ticketing del fornitore e\o mediante invio di email ad un indirizzo di posta elettronica dedicato.
    27/01/2021 15:17
  2. 20/01/2021 12:54 - 1) Si chiede di confermare che la nuova rete TETRA e tutti i sistemi in fornitura previsti in FASE B debbano essere composti da apparati di nuova produzione.
    2) Si chiede inoltre di confermare che non sarà possibile il riuso di nessuna componente della attuale rete TETRA (FASE A) nella realizzazione della nuova rete TETRA (FASE B).
     


    1) Il concorrente può liberamente elaborare la propria soluzione progettuale relativamente alla Fase B, anche in termini di scelta delle forniture, purché siano rispettati i requisiti prestazionali descritti nel Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale.
    2) Come riportato nel par. 1.5 Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale (pag. 13), al termine della Fase A e con l’inizio dell’erogazione del nuovo servizio di radio comunicazione (Fase B)  l’infrastruttura di proprietà dell’Amministrazione, oggetto del servizio di gestione e manutenzione di cui al par. 2, sarà ceduta all’aggiudicatario, che ne avrà piena disponibilità.
     
    27/01/2021 15:23
  3. 20/01/2021 13:00 - 1) Con riferimento al par. 3.1.3 del CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE riguardo alla rete di trasporto, si chiede di confermare: 
    • la disponibilità della rete in fibra in tutti i siti TIM eventualmente messi a disposizione dei concorrenti per le SRB e gli altri elementi di rete TETRA
    • la banda ed i livelli di servizio utilizzabili per la nuova rete TETRA in tutti i siti TIM eventualmente messi a disposizione dei concorrenti per le SRB e gli altri elementi di rete TETRA
    • la disponibilità della rete in fibra in tutti i siti dell’Amministrazione eventualmente messi a disposizione dei concorrenti per le SRB e gli altri elementi di rete TETRA
    • la banda ed i livelli di servizio utilizzabili per la nuova rete TETRA in tutti i siti dell’Amministrazione eventualmente messi a disposizione dei concorrenti per le SRB e gli altri elementi di rete TETRA
    2) Si chiede inoltre di specificare se, per la rete di trasporto:
    • è possibile utilizzare connessioni in fibra differenti da quelle messe a disposizione da TIM e dall’Amministrazione.
    • è possibile utilizzare connessioni in ponte radio


    1) Come riportato nel par. 3 del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale, l’aggiudicatario dovrà rendere disponibile all’Amministrazione, a partire dalla “data di inizio dei servizi di FASE B” un nuovo servizio di radio comunicazione Tetra erogato su un’infrastruttura di rete a scelta e di proprietà del fornitore e, pertanto, comprensivo dell’allestimento, dell’esercizio e della manutenzione della nuova rete in modo da garantire i requisiti del servizio e di copertura territoriale dei servizi richiesti.

    2) Come evidenziato nei documenti di gara e come sopra riportato, si ribadisce che la rete di trasporto da impiegare nella Fase A cesserà di essere nelle disponibilità dell’Amministrazione allo scadere della Fase A (18 mesi). Nella Fase B, come specificato al punto precedente, il nuovo servizio dovrà essere erogato su un’infrastruttura di rete a scelta e di proprietà dell’aggiudicatario.
    Per quanto riguarda infine le specifiche della rete di trasporto da utilizzare nella Fase B, si rimanda al par. 3.1.3 del  Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale, dove si escludono esclusivamente sistemi di trasporto su bande libere non licenziate dal competente Ministero.

     
    27/01/2021 15:37
  4. 20/01/2021 12:51 - In relazione ai servizi di manutenzione correttiva e preventiva richiesti per la fase A e descritti nei paragrafi 2.1 e 2.2 del CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE, i servizi richiesti includono le seguenti attività/forniture:
    • Fornitura delle parti di scorta necessarie alla realizzazione degli interventi di sostituzione HW dei componenti malfunzionanti
    • Servizio di manutenzione SW per la soluzione di guasti SW della rete attuale
    • Servizio di riparazione delle unità guaste dei vari elementi di rete
    Si chiede di specificare se tali attività/servizi, di pertinenza del produttore degli attuali sistemi di rete, siano esclusi dai servizi richiesti nell’ambito della presente gara, in modo da non determinare un indebito vantaggio competitivo al fornitore degli attuali sistemi di rete.
     


    Come riportato nel par. 2 del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale, i servizi di gestione e manutenzione durante la Fase A dovranno includere tutti gli elementi riportati nel par. 1.4.1 del Capitolato medesimo.
     
    29/01/2021 12:51
  5. 26/01/2021 13:13 - Si chiede di confermare che le mappe di copertura richieste non rientrano nelle 180 pagine della relazione tecnica ma sia possibile inviarle come allegato alla suddetta relazione

    Si conferma.
    29/01/2021 12:51
  6. 21/01/2021 12:19 - Domanda 1
    Si richiede la disponibilità e il numero delle parti di ricambio delle apparecchiature di rete in capo all’Amministrazione di Roma Capitale per poter valutare il corretto espletamento di quanto previsto a livello di servizi nella Fase A. Occorrerebbe sapere come funziona la loro gestione in termini di logistica, procedura, ecc.

    Domanda 2
    La fase A prevede una serie di attività relative alla manutenzione correttiva; per poter valutare l’effort e poter organizzare tale servizio di manutenzione si richiede il tasso di guastabilità delle apparecchiature della rete Tetra attuale in capo all’Amministrazione e il tasso di guastabilità dei terminali almeno relativo agli ultimi 12 mesi di esercizio.

    Domanda 3
    In merito ai terminali che non sono più riparabili dalla casa produttrice o che sono andati fuori produzione, si richiede la modalità di gestione che l’Amministrazione vuole adottare; questo punto è relativo sempre alla Fase A e necessario per poter valutare e garantire un livello di manutenzione adeguato.
     


    1) Attenersi agli atti di gara.
    2) Attenersi agli atti di gara.
    3) Attenersi agli atti di gara.
    29/01/2021 12:52
  7. 21/01/2021 11:56 - Si richiede come gestire apparecchiature non più in produzione e non riparabili dalla casa madre e nello specifico il terminale MTH800 Motorola.
     


    Attenersi agli atti di gara.
     
    29/01/2021 12:52
  8. 21/01/2021 11:55 - Per definire l’organizzazione del servizio di manutenzione correttiva in FASE A, si richiede il livello di guastabilità delle singole apparecchiature facenti parte della rete Tetra attuale e dei terminali con report degli ultimi 12 mesi di esercizio

    Attenersi agli atti di gara.
     
    29/01/2021 12:53
  9. 21/01/2021 11:54 - Essendo la rete Tetra attuale di proprietà dell’Amministrazione di Roma Capitale, si chiede se la stessa ha disponibilità di proprie di parti di ricambio delle apparecchiature della rete per l’espletamento dei servizi previsti nella FASE A e, nel caso, di elencarle e esplicitare la loro gestione.
     


    Attenersi agli atti di gara.
    29/01/2021 12:53
  10. 20/01/2021 15:53 - Relativamente ai siti oggetto della soluzione evolutiva da implementare dopo i 18 si chiede se gli stessi debbano obbligatoriamente rientrare in quelli resi disponibili dall'operatore TIM oppure se possano essere scelti tra quelli disponibile da terze parti.

    I siti che ospiteranno le Stazioni Radio Base (Stazioni Radio Base in numero non inferiore a 35) dovranno essere liberamente individuati a cura del concorrente, garantendo i requisiti di copertura individuati nel Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale.
    29/01/2021 12:54
  11. 20/01/2021 15:53 - Relativamente al numero di 35 siti di cella minimi richiesti  nel capitolato speciale si chiede innanzitutto di provvedere la lista dei siti radio disponibili per le installazione. Si chiede poi di specificare se il requisito di almeno 35 siti di cella sia obbligatorio nel progetto della soluzione evolutiva da implementare dopo i 18 mesi oppure sia possibile a seguito di comprovata equivalente copertura, ottimizzare  e/o ridurre il numero di sisti beneficiando per esempio della maggiore efficienza radio degli apparati offerti.
     


    In relazione alla dicitura di cui al par. 3.1.2 del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale: “lo studio di copertura dovrà condurre ad identificare dei siti di cella della rete Tetra (in numero comunque non inferiore a 35)” si specifica che per “siti di cella” si intendono le Stazioni Radio Base e non le localizzazioni fisiche delle stesse ovvero un singolo sito può ospitare una o più Stazioni Radio Base, il cui numero complessivo non può essere inferiore a 35.
    I siti che ospiteranno le suddette Stazioni Radio Base dovranno essere individuati a cura del concorrente, garantendo i requisiti di copertura individuati nel Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale.
     
    29/01/2021 13:19
  12. 20/01/2021 15:52 - Relativamente alle attività attinenti la rete TETRA esistente, al fine di evitare anomali vantaggi competitivi, si chiede all'Amministrazione di specificare che tutti gli apparati relativi al nuovo sistema al termine del periodo di 18 mesi siano di nuova fornitura ovvero che non siano consentite offerte basate su qualsiasi tipo di aggiornamento dell'esistente sistema.

    Nell’attenersi agli atti di gara, si rammenta che il concorrente può liberamente elaborare la propria soluzione progettuale relativamente alla Fase B, anche in termini di scelta delle forniture, purché siano rispettati i requisiti prestazionali descritti nel Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale.
    29/01/2021 13:20
  13. 20/01/2021 15:50 - Relativamente alle attività attinenti la rete TETRA esistente, al fine di evitare anomali vantaggi competitivi, si chiede di conoscere i termini di qualsiasi forma di accordo o prezzo negoziato con l'attuale fornitore relativamnete alla fornitura delle parti discorta e ai servizi di riparazione e di manutenzione software degli elementi di rete esistenti.

    Attenersi agli atti di gara.
    29/01/2021 13:20
  14. 20/01/2021 12:55 - Dato che il fornitore individuato per i servizi di Lock-in (TIM spa) deve fornire a tutti i potenziali concorrenti i servizi riportati nel documento CSDP Appendice 1: “Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale della procedura negoziata per l’affidamento dei servizi di gestione, manutenzione e assistenza per le attività di “Housing full service per SRB, “Rete trasmissiva” e “Polo PSAP - Sistema NUE112” nell’ambito della procedura aperta per l’affidamento del servizio di radiocomunicazione multi-accesso privato digitale per Roma Capitale e dei servizi di gestione e manutenzione della rete TETRA esistente di proprietà dell’Amministrazione”, e quindi si trova in una posizione privilegiata rispetto agli altri potenziali concorrenti, si chiede di confermare che non è permessa la partecipazione alla presente gara al suddetto fornitore TIM spa in nessuna forma né diretta né come sub appaltatore di un eventuale partecipante.

    Attenersi alla documentazione di gara ed alla normativa vigente.
    29/01/2021 13:22
  15. 20/01/2021 12:53 - Date le richieste di copertura riportate al paragrafo 3.1.2 del CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE e dato che l’attuale rete include 21 siti radio, si chiede di confermare che è possibile realizzare la nuova rete TETRA in Fase B con un numero di siti di cella inferiore a 35, pur garantendo i livelli di copertura e di traffico richiesti.
     


    In relazione alla dicitura di cui al par. 3.1.2 del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale: “lo studio di copertura dovrà condurre ad identificare dei siti di cella della rete Tetra (in numero comunque non inferiore a 35)”, si specifica che per “siti di cella” si intendono le Stazioni Radio Base e non le localizzazioni fisiche delle stesse ovvero un singolo sito può ospitare una o più Stazioni Radio Base, il cui numero complessivo non può essere inferiore a 35.
     
    29/01/2021 13:22
  16. 20/01/2021 12:52 - Si chiede di specificare se l’erogazione dei servizi della fase A può avere una durata inferiore a 18 (diciotto) mesi, previa anticipazione della messa in esercizio del nuovo servizio di radiocomunicazione TETRA previsto nella fase B e quindi anticipazione della data di inizio dei servizi di fase B. In caso sia ammessa la riduzione dei tempi di erogazione dei servizi della fase A, si chiede di confermare che la Fase B ed i relativi servizi previsti hanno una durata di 60 (sessanta) mesi decorrenti dalla “Data di inizio dei servizi di fase B”, come definita al par.3.3. del CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE
     


    Come riportato nel par. 3.3 del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale, non è prevista la possibilità di anticipare l’inizio dei servizi di Fase B che dovrà avvenire allo scadere del 18° mese dalla “data di inizio delle attività di Fase A e dei servizi comuni”.
     
    29/01/2021 13:23
  17. 28/01/2021 15:37 - In riferimento ai Chiarimenti pubblicati, alcuni di essi sembrano non riportare il quesito che li ha determinati. Vedere le Risposte n. 1 – 2 – 4 – 6 – 7 – 9 – 10 – 11 – 12 – 14 – 15 – 16 – 17 – 18. Si chiede se sia possibile una revisione delle FAQ che riporti tutte le domande inoltrate alla Stazione Appaltante.

    Si è provveduto alla pubblicazione dei quesiti.
    29/01/2021 15:11
  18. 01/02/2021 15:27 - Per effetto dei chiarimenti ubblicati, stante i vincoli imposti all'utilizzo dei siti durante la Fase A si chiede di concedere la possibilità di visitare i siti oggetto dell’eseistente impianto e quindi di riaprire i termini per la presentazione delle domande di accesso ai siti. Questo al fine di consentire anche a fornitori diversi dagli esistenti la produzione di un'offerta adeguata.

    La stazione appaltante sta espletando l’iter procedimentale per la pubblicazione dell’avviso relativo alla proroga del termine di presentazione delle offerte e, quindi, della data della prima seduta pubblica.
    I concorrenti interessati ad effettuare il sopralluogo sono pertanto invitati a far pervenire la relativa richiesta improrogabilmente entro e non oltre il 6 febbraio p.v.
     
    02/02/2021 11:32
  19. 01/02/2021 15:25 - Con riferimento ai chiarimenti pubblicati, constatato il vincolo all'utilizzo del numero di siti nonché all'accesso alle risorse degli esistenti fornitori durante la Fase A, si chiede un rinvio dei termini di presentazione delle offerte di almeno 30 giorni al fine di espletare le necessarie richieste di quotazione verso gli stessi per quanto riguarda almeno i servizi di manutenzione, supporto software e gestione delle parti di scorta.

    Si comunica che la stazione appaltante sta espletando l’iter procedimentale per la pubblicazione dell’avviso relativo alla proroga del termine di presentazione delle offerte.
     
    02/02/2021 11:33
  20. 01/02/2021 15:25 - Con riferimento ai chiarimenti pubblicati, constatato il vincolo all'utilizzo del numero di siti nonché all'accesso alle risorse degli esistenti fornitori durante la Fase A, si chiede un rinvio dei termini di presentazione delle offerte di almeno 30 giorni al fine di espletare le necessarie richieste di quotazione verso gli stessi per quanto riguarda almeno i servizi di manutenzione, supporto software e gestione delle parti di scorta.

    Si comunica che la stazione appaltante sta espletando l’iter procedimentale per la pubblicazione dell’avviso relativo alla proroga del termine di presentazione delle offerte.
    02/02/2021 11:34
  21. 26/01/2021 13:16 - a seguito delle domande inviate cui non è stata dato riscontro ad oggi, e considerato che sono fondamentali e necessarie per poter definire una soluzione tecnica atta a poter partecipare alla gara nel pieno rispetto del principio di massima partecipazione e a vantaggio della Stazione Appaltante, si chiede di prorogare i termini di consegna della gara di due mesi dalla data ad oggi fissata

    Si comunica che la stazione appaltante sta espletando l’iter procedimentale per la pubblicazione dell’avviso relativo alla proroga del termine di presentazione delle offerte.
    02/02/2021 11:34
  22. 20/01/2021 13:01 - Dato che:
    • è richiesta ai concorrenti uno sforzo progettuale particolarmente complesso per la definizione della nuova rete TETRA da realizzare e consegnare prima della FASE B,
    • al momento nel capitolato non sono presenti informazioni sui siti disponibili per l’installazione delle nuove SRB e degli altri elementi di rete, nonché sulle loro caratteristiche installative e radioelettriche,
    • al momento non è chiarita la disponibilità sui vari siti della connettività in fibra e delle sorgenti di alimentazione, nonché se tali parti debbano essere quotate o saranno fornite dal fornitore sei servizi di housing
    • esistono oggettive situazioni di difficoltà per molti operatori a causa della pandemia da COVID-19,
    risulta praticamente impossibile realizzare un progetto di rete soddisfacente nei tempi previsti per la presente gara. D’altronde tutte le informazioni suddette sono disponibili all’azienda che ha realizzato la rete attuale, creando una situazione che de facto si configura come un indebito vantaggio competitivo e una limitazione della concorrenza di gara.
    In virtù di quanto appena rilevato si chiede gentilmente di prorogare la data di consegna dell’offerta di almeno 2 mesi, in modo da permettere a tutti i potenziali concorrenti di acquisire le informazioni necessarie alla realizzazione dei piani di rete e garantire quindi una reale competizione nella realizzazione delle offerte.
     


    Si comunica che la stazione appaltante sta espletando l’iter procedimentale per la pubblicazione dell’avviso relativo alla proroga del termine di presentazione delle offerte.
    02/02/2021 11:35
  23. 20/01/2021 11:53 - In considerazione della complessità del progetto con speciale riferimento all’acquisizione e all’elaborazione di una proposta riguardante il sistema esistente si chiede al committenete di estendere i termini di presentazione delle proposte di almeno 30 giorni dall’attuale data del 15/2/2021
     


    Si comunica che la stazione appaltante sta espletando l’iter procedimentale per la pubblicazione dell’avviso relativo alla proroga del termine di presentazione delle offerte.
    02/02/2021 11:38
  24. 02/02/2021 18:44 - In caso di richiesta estensione della durata della garanzia, bisogna presentare una nuova fideiussione bancaria con validità aggiornata? Oppure è sufficiente richiedere alla Banca un’appendice di proroga alla fideiussione già presentata?

    Si conferma la possibilità di produrre un'appendice di proroga alla fideiussione già presentata.
     
    05/02/2021 11:41
  25. 03/02/2021 15:04 - Con riferimento al disciplinare art. 15.1 Domanda di partecipazione si chiede di confermare che:
    1) la domanda redatta sul modello denominato “domanda di partecipazione” deve essere presentata singolarmente da ogni membro del RTI (sia mandataria che mandanti)
    2) ogni singola domanda di partecipazione dovrà essere corredata dal pagamento dell’imposta di bollo così come specificato nel disciplinare.
     


    1) Si conferma.
    2) Come indicato al punto 15.1 del disciplinare di gara ogni singola domanda di partecipazione è redatta in bollo.
    In caso di:
    -              RTI e consorzi ordinari costituiti/costituendi il bollo è dovuto solo dalla mandataria capogruppo;
    -              nel caso di consorzi di cui all'art. 45, comma 2 lett. b) e c) del Codice, il bollo è dovuto dal consorzio medesimo;
    -              nel caso di Aggregazioni di rete il bollo è dovuto dall'organo comune/ mandataria.

     
    05/02/2021 11:47
  26. 20/01/2021 12:58 - Nel paragrafo 3.1.2 del CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE riguardo alla copertura territoriale del servizio sono riportate le seguenti aree con relative percentuali minime di copertura richiesta:
    • 90,2% del territorio di Roma Capitale;
    • 98,9% del territorio interno al G.R.A.;
    • 99,7% del territorio dei Municipi I, II;
    • 98,5% del territorio dei restanti Municipi.
    Allo scopo di non avere dubbi sulle estensioni territoriali delle aree suddette si chiede di confermare che il territorio di Roma Capitale è dato dall’unione del territori dei singoli Municipi. In caso di risposta affermativa si chiede di specificare quale dei due seguenti requisiti, tra loro incongruenti, sia vincolante:
    • 90,2% del territorio di Roma Capitale;
    • 98,5% del territorio dei restanti Municipi.


    Si precisa che nel par. 3.1.2, pag. 21, del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale la dicitura: “90,2% del territorio di Roma Capitale” costituisce un mero refuso da non prendere in considerazione nella formulazione della proposta tecnica. Si rammenta che, nell’ambito della predetta copertura, dovranno essere incluse le aree specificatamente indicate nel par. 3.1.2 (pagg. 21 e 22) del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale.
     
    08/02/2021 15:02
  27. 27/01/2021 20:41 - Quesito n. 1:
    In riferimento alla richiesta espressa al paragrafo 4.3 del CSDP, in merito alla georeferenziazione dei dati geografici, si richiede se il sistema (cartografico) debba garantire l'accesso alla visualizzazione delle localizzazioni dei soli terminali definiti in configurazione dal Cliente per ciascun PO. Altresì si richiede di indicare se debbano essere previsti ulteriori filtri per ridurre le visualizzazioni consetite dal Sistema.

    Quesito n. 2:
    In riferimento alla richiesta espressa al paragrafo 3.1.1 del CSDP (Gruppi Dinamici -DGNA), si richiede di indicare se il sistema offerto debba consentire la funzionalità TETRA di affiliazione DGNA originata direttamente da terminale radio portatile senza il coinvolgimento di un Operatore.

    Quesito n. 3
    In riferimento alla richiesta espressa al paragrafo 3.1.1 del CSDP (numero massimo di utenti configurabili in un gruppo pari a 8000) si richiede se in tale funzionalità sia da prevedere la possibilità di effettuare chiamate di gruppo che coinvolgano effettivamente tutti gli ottomila utenti del gruppo in una unica chiamata.

    Quesito n. 4
    In riferimento alla richiesta espressa al paragrafo 3.1.1 del CSDP (Gruppi Dinamici -DGNA), si richiede di indicare se il sistema offerto debba consentire la funzionalità TETRA di creazione in automatico di un gruppo dinamico popolandolo con le memberships presenti in un file .csv da importare. 


     


    1) Attenersi agli atti di gara.
    2) Attenersi agli atti di gara.
    3) Attenersi agli atti di gara.
    4) Attanersi agli atti di gara.
    08/02/2021 15:07
  28. 29/01/2021 14:09 - In riferimento alle richieste sulla valutazione del traffico riportate a pag. 21 del CSDP si chiede di chiarire se la tabella 7 si riferisce al traffico generato su singola SRB o nell’intera rete.
     


    Su singola SRB.
    08/02/2021 15:10
  29. 29/01/2021 14:10 - In riferimento alle richieste sulla valutazione del traffico riportate a pag. 21 del CSDP, si precisa che in base allo standard TETRA ogni trasmettitore è in grado di supportare al massimo 4 chiamate voce half-duplex simultanee. Si chiede di confermare che i sistemi proposti siano conformi a questa specifica dello standard TETRA

    Attenersi allo standard Tetra.
     
    08/02/2021 15:11
  30. 29/01/2021 14:10 - In riferimento alle richieste sulla valutazione del traffico riportate a pag. 21 del CSDP, si chiede di chiarire quanti sono gli utenti attivi simultaneamente nella rete e nei Municipi I e II
     


    Attenersi agli atti di gara.
     
    08/02/2021 15:11
  31. 21/01/2021 09:15 - Domanda 1
    Dato che per l’espletamento dei servizi di manutenzione previsti per la FASE A sono necessari la fornitura di parti di scorta per l’attuale sistema e servizi di riparazione delle unità guaste, nonché servizi di manutenzione SW e bug fixing, che sono di pertinenza esclusiva dell’attuale fornitore/produttore dei sistemi di rete, si chiede se sono previste modalità di acquisizione degli stessi da parte dell’Amministrazione in modo da evitare posizioni di favore del suddetto produttore/fornitore dal punto di vista della competizione e quindi limitazioni alla concorrenza della gara.

    Domanda 2
    In accordo alle richieste del Capitolato i servizi previsti per la Fase A hanno durata massima di 18 mesi. Si chiede se, nel caso si sia in grado di realizzare, attivare e collaudare la nuova rete TETRA in meno di 18 mesi, i suddetti servizi di Fase A possano avere durata inferiore a 18 mesi.

    Domanda 3
    Nel CSDP e nelle sue appendici si fa riferimento al servizio di housing che presuppone la disponibilità di una lista di siti messi a disposizione dall’Amministrazione a tutti i concorrenti per la realizzazione della nuova rete TETRA. Si chiede di produrre la lista dei siti disponibili all’interno del servizio di housing specificando per ogni sito:
    • le coordinate geografiche
    • la disponibilità di strutture per l’installazione delle antenne e l’altezza a cui le antenne stesse potranno essere installate
    • gli spazi disponibili sui siti per gli elementi di rete (SRB, Centrali di Commutazione, Dispatcher, ecc)
    • sistemi di alimentazione disponibili con relativa potenza e capacità delle batterie
    • la disponibilità della rete di trasporto in fibra con relativa banda per ogni sito
    In mancanza di queste informazioni risulta impossibile nemmeno iniziare il processo di pianificazione della rete richiesta.

    Domanda 4
    Nel CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE al paragrafo 3.1.2 pag. 22 si richiede:
    “In ogni caso, lo studio di copertura dovrà condurre ad identificare dei siti di cella della rete TETRA in numero (comunque non inferiore a 35) e in posizione tale da garantire la copertura radioelettrica del territorio già precedentemente descritta, garantendo un buon livello di servizio nelle comunicazioni voce e dati, nel rispetto dei criteri e dei requisiti pure sopra descritti.”
    Si chiede di specificare sulla base di quale analisi sono richiesti almeno 35 siti di cella e i relativi razionali tecnici, in modo da poter realizzare un piano di rete in linea con le necessità operative dell’Amministrazione. In virtù del fatto che la rete attuale include 21 siti, si chiede se è possibile utilizzare nella nuova rete TETRA un numero di siti di cella inferiore a 35.

    Domanda 5
    Si chiede di confermare che per la realizzazione della nuova rete TETRA sono richieste apparecchiature nuove e che non sia possibile riutilizzare parte della rete attuale.

    Domanda 6
    Si chiede inoltre di confermare che l’operatore economico individuato per la fornitura dei servizi di Lock-in  non possa partecipare in qualunque forma alla gara in essere, allo scopo di evitare che possa utilizzare la propria posizione di vantaggio data dalla frnitura dei servizi previsti nell’Appendice 1 del CSDP.

    Domanda 7
    Rispetto alle aree da coprire con la nuova rete TETRA si chiede di specificare l’estensione esatta del territorio di Roma Capitale e di quello dei suoi Municipi.

    Domanda 8
    Si chiede inoltre di chiarire l’incongruenza tra la copertura minima richiesta sul territorio di Roma Capitale (almeno 90,2%) e quella sul territorio dei Municipi esclusi I e II (98,5%).

    Domanda 9
    Il progetto di rete richiesto per la Fase B e la definizione dei servizi previsti per entrambi le Fasi presuppongono da un lato la disponibilità completa delle informazioni di base sui siti e sui servizi di housing e dall’altro un lavoro importante di analisi e progettazione delle soluzioni e dei sistemi da proporre.
    In questo senso, vista la complessità della materia, il poco tempo a disposizione e, al momento, la mancanza di informazioni fondamentali sui siti e sui servizi previsti, si chiede di concedere una proroga di almeno 60 giorni ai termini della consegna dell’offerta, allo scopo di allineare la procedura in oggetto con le tempistiche normalmente date dalle Amministrazioni per progetti di questa complessità

     


    1) Attenersi agli atti di gara.
    2) Come riportato nel par. 3.3 del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale non è prevista la possibilità di anticipare l’inizio dei servizi di Fase B che dovrà avvenire allo scadere del 18° mese dalla “data di inizio delle attività di Fase A e dei servizi comuni”.
    3) I siti che ospiteranno le Stazioni Radio Base (Stazioni Radio Base in numero non inferiore a 35), funzionali all’erogazione del servizio sulla nuova infrastruttura durante la Fase B, dovranno essere liberamente individuati a cura del concorrente, garantendo i requisiti di copertura individuati nel Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale. Per quanto riguarda i siti che ospitano le SRB durante la Fase A, l’elenco dei siti e la relativa ubicazione sono riportati a pag. 7 dell’Appendice 1 al Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale, mentre i modelli di antenna ed il numero delle SRB ospitate nei suddetti siti sono dettagliati nei par. 3.1.2.2 e seguenti dell’Appendice 3 al Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale.
    4) Come riportato nel par. 3.1.2 del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale “lo studio di copertura dovrà condurre ad identificare dei siti di cella della rete Tetra (in numero comunque non inferiore a 35)”. Si specifica che per “siti di cella” si intendono le Stazioni Radio Base e non le localizzazioni fisiche delle stesse ovvero un singolo sito può ospitare una o più Stazioni Radio Base, il cui numero complessivo non può essere inferiore a 35. I siti che ospiteranno le Stazioni Radio Base (Stazioni Radio Base in numero non inferiore a 35), funzionali all’erogazione del servizio sulla nuova infrastruttura durante la Fase B, dovranno essere liberamente individuati a cura del concorrente, garantendo i requisiti di copertura individuati nel Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale.
    5) Il concorrente può liberamente elaborare la propria soluzione progettuale relativamente alla Fase B, anche in termini di scelta delle forniture, purché siano rispettati i requisiti prestazionali descritti nel Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale.
    6) Attenersi agli atti di gara ed alla normativa vigente.
    7) Attenersi agli atti di gara.
    8) Nel par. 3.1.2, pag. 21, del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale la dicitura: “90,2% del territorio di Roma Capitale” costituisce un mero refuso da non prendere in considerazione nella formulazione della proposta tecnica. Si rammenta che, nell’ambito della predetta copertura, dovranno essere incluse le aree specificatamente indicate nel par. 3.1.2 (pagg. 21 e 22) del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale. 
    9) Si comunica che la stazione appaltante sta espletando l’iter procedimentale per la pubblicazione dell’avviso relativo alla proroga del termine di presentazione delle offerte.
     
    08/02/2021 15:39
  32. 04/02/2021 13:00 - Stante il requisito sull’uso della lingua italiana per quanto riguarda l’offerta e la domanda di partecipazione si chiede se sia consentita la sottomissione di allegati a supporto quali manuali tecnnici, datasheets, brochure e simili in lingua inglese.

    Si rammenta che, come stabilito dal par. 13 del Disciplinare: "Tutta la documentazione da produrre deve essere in lingua italiana o, se redatta in lingua straniera, deve essere corredata da traduzione giurata in lingua italiana. In caso di contrasto tra testo in lingua straniera e testo in lingua italiana prevarrà la versione in lingua italiana, essendo a rischio del concorrente assicurare la fedeltà della traduzione".
    10/02/2021 16:09
  33. 03/02/2021 18:26 - 1) In riferimento al Cap. 3.3.4 “Sistema di registrazione” del Documento di gara “1-relazione-tecnico.illustrativa-signed.pdf” e al Cap. 3.1.7 Sistema di registrazione del Documento di gara “5-csdp-signed.pdf”, si chiede di indicare se il Sistema di Registrazione dovrà essere in grado di acquisire e memorizzare le sole comunicazioni  che coinvolgono la centrale operativa ( nel caso specificare se solo la Sala Lupa o tutte le sale operative remote) o dovrà estendere tale acquisizione e memorizzazione per tutte le chiamate Tetra individuali siano esse su gruppi statici, gruppi dinamici e gruppi patchati della Rete, indipendentemente dal coinvolgimento o meno di una sala operativa.

    2) In riferimento al Cap. 3.3.4 “Sistema di registrazione” del Documento di gara “1-relazione-tecnico.illustrativa-signed.pdf” e al Cap. 3.1.7 Sistema di registrazione del Documento di gara “5-csdp-signed.pdf”, si chiede di indicare se il Sistema di Registrazione dovrà garantire che le registrazioni siano selezionabili con filtri multipli in grado di rappresentare il dettaglio dei riferimenti dei terminali coinvolti in tali comunicazioni.


    1) Il sistema di registrazione dovrà consentire la registrazione, l'acquisizione, la memorizzazione ed il riascolto di tutte le chiamate audio instaurate nella rete, come riportato negli atti di gara e ai sensi del GDPR 2016/679.

    2) Il sistema di registrazione di tutte  le chiamate audio istaurate nella rete dovrà consentire all'Amministrazione di ricercare in maniera puntuale tutte le conversazioni oggetto di riascolto e tutte le informazioni legate alle stesse, nel rispetto del GDPR 2016/679.

     
    11/02/2021 15:24
  34. 19/02/2021 10:07 - A seguito del mancato riscontro da parte del fornitore dell’attuale infrastruttura alla richiesta di quotazione dei servizi fruibili in esclusiva dallo stesso, considerato che la formulazione di una proposta conforme ai requisiti richiesti per la Fase A risulta impossibile in mancanza di una stima dei costi relativi alla fornitura e riparazione delle parti di scorta e alla manutenzione software, considerato inoltre che il permanere di questa situazione configura un chiaro e indebito vantaggio a favore dell’attuale fornitore, si chiede all’Amministrazione di mettere a disposizione di tutti i concorrenti una quotazione a prezzi di mercato per i suddetti servizi o in alternativa di farsi carico in autonomia degli stessi, eliminando dai requisiti l’obbligo alla loro fornitura da parte dei concorrenti.

    Nel perdurare della situazione sopra descritta, non essendo ad oggi disponibili gli elementi necessari a formulare un’offerta per la Fase A, si chiede inoltre una nuova estensione di almeno due settimane dei termini di consegna delle offerte e di formulazione dei quesiti.


    Premesso che la stazione appaltante ha provveduto ad invitare il fornitore attuale a rispondere tempestivamente alle richieste di offerte pervenutegli, in ossequio ai principi di massima concorrenza e parità di trattamento, si precisa che, come riportato nel Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale, durante la fase di presa in carico del servizio il RTI uscente - che presta i servizi all inclusive della rete radio multi-accesso digitale di Roma Capitale – affiancherà il RTI aggiudicatario della gara al fine di trasferire il necessario know-how nonché la  conoscenza degli strumenti e delle procedure sw utili al controllo, alla gestione e alla manutenzione dell’intera rete.
    Pertanto, durante la fase A il RTI aggiudicatario avrà disponibilità delle componenti dell’infrastruttura, degli strumenti e delle procedure sw utili alla gestione e alla manutenzione dell’intera rete (come riportato nell’elenco delle consistenze dell’attuale infrastruttura di proprietà di Roma Capitale) mentre resterà a carico dell’aggiudicatario la fornitura delle scorte, come da richieste del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale.
    Resta inteso che, durante l’esecuzione della fase A, ove ricorrano necessità impreviste ed imprevedibili che esulino dal perimetro di gara, l’Amministrazione Capitolina se ne farà opportunamente carico.
    25/02/2021 15:27
  35. 18/02/2021 10:20 - Domanda 1
    In relazione alle attività di manutenzione richieste dal CDSP per la fase A, si fa notare che, data la natura dei prodotti attualmente in uso, risulta ineludibile, per l'espletamento delle suddette attività,  l'intervento del fornitore dell'attuale rete TETRA in quanto unico soggetto in grado di fornire i servizi di riparazione dell'HW, di manutenzione SW e di fornitura scorte.
    Inoltre, data la natura dello standard TETRA, che definisce solamente l'interfaccia tra terminali e infrastruttura e non quelle tra i vari elementi dell'infrastruttura stessa, questi ultimi (nodi di commutazione, stazioni radio base, postazioni operatore) risultano implementati in maniera diversa e proprietaria da costruttore a costruttore e quindi risulta impossibile anche la sostituzione parziale di stazioni radio base o postazioni operatore con apparati TETRA di altri fornitori, in quanto incompatibili con i protocolli proprietari implementati dall'attuale rete.
    In virtù di questi dati di fatto abbiamo provveduto a richiedere una specifica offerta all'attuale fornitore (Leonardo SpA) per la fornitura dei servizi suddetti. Al momento, nonostante le ripetute richieste inviate, Leonardo non ha prodotto nessuna offerta e neppure dato risposta alle richieste pervenuteLe anche in maniera ufficiale via PEC.
    Tale situazione delinea una patente condizione di disparità competitiva: il fatto che il fornitore dell'attuale infrastruttura di rete, nonchè potenziale concorrente nella gara in questione, sia de facto l'unica entità in grado di fornire a tutti concorrenti una quota sostanziale dei servizi richiesti, lo pone già di per sè  in un'oggettiva condizione di vantaggio competitivo; se a questo aggiungiamo che a formale richiesta di quotazione dei suddetti servizi il suddetto fornitore non fornisce alcuna risposta, la suddetta condizione di vantaggio competitivo diventa insormontabile, mina alle basi la par condicio per la partecipazione alla gara in oggetto e crea un lock-in de facto aggiuntivo non in linea con i dettami del codice degli appalti.
    Chiediamo quindi che i servizi definiti per la fase A che presuppongono l'intervento ineludibile dell'attuale fornitore della rete TETRA vengano defalcati dalla gara in oggetto oppure che l'Amministrazione definisca un listino e uno specifico livello di servizio che Leonardo debba fornire a tutti i concorrenti.

    Domanda 2
    Lo standard TETRA definisce un certo numero di interfacce tra i vari apparati di rete:
    • Interfaccia Aria tra rete e terminali (Air Interface)
    • Interfaccia tra terminali e device esterni (Peripheral Equipment Interface)
    • Interfaccia tra distinti sistemi TETRA (Inter System Interface)
    • Interfaccia in modalità diretta tra terminali (DMO)
    Lo standard TETRA non definisce le interfacce tra i vari elementi all'interno dell'infrastruttura di rete (nodi di commutazione, stazioni radio base, postazioni operatore, centro di gestione) lasciando liberi i costruttori di implementare i suddetti apparati e i protocolli di comunicazione tra di loro in maniera proprietaria. Questa scelta architetturale dello standard TETRA rende impossibile l'integrazione tra elementi di rete di produttori differenti, a meno che non ci sia un accordo tra i produttori stessi per aprire le interfacce e permettere i collegamenti. Quindi risulta impossibile aggiungere una SRB Motorola ad una rete TETRA di Leonardo o un Posto Operatore Airbus ad una rete TETRA Leonardo e viceversa.
    Data questa situazione, risulta chiaro che alla rete attuale, realizzata con prodotti Leonardo, si possono aggiungere e/o integrare solo SRB e Postazioni Operatore Leonardo. Quindi solo Leonardo è in grado di riutilizzare i sistemi della rete attuale e quindi solo Leonardo ha un vantaggio competitivo nel riproporli per la nuova rete prevista per la Fase B.
    Sulla base di quanto riportato nel CDSP e ribadito con risposta al Quesito XXX, alla fine dei 18 mesi di Fase A, l'attuale rete diventerà di proprietà dell'aggiudicatario che potrà disporne come meglio ritiene. Questa situazione crea un oggettivo vantaggio competitivo per il fornitore dell'attuale rete in quanto unico concorrente che potrà riutilizzare gli elementi di rete attuali e integrarli con SRB o Postazioni aggiuntive, mentre tutti gli altri concorrenti saranno costretti a fornire l'intera infrastruttura di rete. Inoltre, nel caso di un eventuale accordo con l'attuale fornitore dei servizi di housing, Leonardo non dovrebbe nemmeno andare incontro alle spese di disinstallazione e dismissione degli attuali apparati, ottenendo quindi un ulteriore vantaggio competitivo.
    Alla luce di quanto testè indicato e allo scopo di garantire pari condizioni di partecipazione tra i vari concorrenti,  si chiede quindi che l'Amministrazione mantenga la proprietà dell'attuale rete alla fine dei 18 mesi di Fase A e richieda in maniera inequivocabile che la nuova rete prevista non includa alcun elemento di quella attuale.  
     


    Premesso che la stazione appaltante ha provveduto ad invitare il fornitore attuale a rispondere tempestivamente alle richieste di offerte pervenutegli, in ossequio ai principi di massima concorrenza e parità di trattamento, si precisa che, come riportato nel Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale, durante la fase di presa in carico del servizio, il RTI uscente - che presta i servizi all inclusive della rete radio multi-accesso digitale di Roma Capitale – affiancherà il RTI aggiudicatario della gara al fine di trasferire il necessario know-how nonché la conoscenza degli strumenti e delle procedure sw utili al controllo, alla gestione e alla manutenzione dell’intera rete.
    Pertanto, durante la fase A, il RTI aggiudicatario avrà disponibilità delle componenti dell’infrastruttura, degli strumenti e delle procedure sw utili alla gestione ed alla manutenzione dell’intera rete (come riportato nell’elenco delle consistense dell’attuale infrastruttura di proprietà di Roma Capitale) mentre resterà a carico dell’aggiudicatario la fornitura delle scorte, come da richieste del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale. Inoltre, anche dopo la fase A, l’aggiudicatario potrà disporre, ove ritenuto, dello strumento di monitoraggio che gli consentirà di individuare le eventuali componenti che non funzionano correttamente.
    Resta inteso che durante l’esecuzione della fase A, ove ricorrano necessità impreviste ed imprevedibili che esulino dal perimetro di gara, l’Amministrazione Capitolina se ne farà opportunamente carico.
     
    25/02/2021 15:27
  36. 24/02/2021 12:13 - In riferimento ai requisiti richiesti per i Terminali Veicolari per come espresso nel documento di gara denominato “5-CSDP-Signed.pdf” al Cap. 4.1.1.3 (Caratteristiche tecniche dei terminali) e più precisamente per la voce:
     
    Terminali veicolari
    Dovranno possedere le seguenti caratteristiche:
    - protezione da polvere ed acqua: corpo radio IP 67, ……………..
    - ………………………………………
     
    Si chiede di confermare che il requisito "il corpo radio debba prevedere obbligatoriamente un grado di protezione IP67" sia da intendersi un refuso in quanto l’apparato richiesto dalla Stazione Appaltante verrà utilizzato per installazioni a bordo di automezzi e quindi installato in un bagagliaio o altro luogo protetto.
     


    Le caratteristiche relative ai valori di IP riportati nel CSDP al Cap. 4.1.1.3 per la voce Terminali Veicolari, per mero refuso, risultano invertite per tipologia del componente e pertanto, devono intendersi rettificate nel modo seguente:“protezione da polvere ed acqua: corpo radio IP 54, frontale IP 67;”.
     
    02/03/2021 15:01
  37. 19/02/2021 18:51 - Quesito 1: 
    Con riferimento alla pagina 38 del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale (CSDP), relativamente ai terminali veicolari e terminali in versione fissa, si chiede cortesemente di confermare la possibilità di proporre un terminale radio con frontale solidale con il corpo radio che offre maggiore compattezza e facilità di installazione sugli autoveicoli e nelle sedi dell’Amministrazione. Laddove necessario, come ad esempio nelle stazioni motociclari, verrà proposta e utilizzata la soluzione con kit di installazione per frontale separato dal corpo radio.

    Quesito 2: 
    Con riferimento alla pagina 38 del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale (CSDP), relativamente alle caratteristiche dei terminali veicolari, si segnala e si chiede cortesemente di verificare il requisito sul grado di protezione indicato per corpo radio e frontale, quando installati separatamente.
     


    Quesito 1: attenersi agli atti di gara.
    Quesito 2: Le caratteristiche relative ai valori di IP riportati nel CSDP al Cap. 4.1.1.3 per la voce Terminali Veicolari per mero refuso risultano invertite per tipologia del componente e, pertanto, devono intendersi rettificate nel modo seguente: “protezione da polvere ed acqua: corpo radio IP 54, frontale IP 67;”.
    .
    02/03/2021 15:01
  38. 25/02/2021 09:32 - A valle dei chiarimenti forniti, considerato il fatto che l’attuale infrastruttura diventerà di proprietà dell’aggiudicatario, considerato come questo configuri un chiaro e indebito vantaggio competitivo a favore dell’attuale fornitore, il quale sarebbe l’unico nella posizione di implementare la Fase B come aggiornamento tecnologico delle Fase A, si chiede all’Amministrazione di porre tra i requisiti per la Fase B l’impossibilità di riutilizzare l’infrastruttura esistente ovvero di imporre che per la Fase B ciascun concorrente debba fornire attrezzature di nuova produzione.  

    Come riportato nel par. 1.5 Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale (pag. 13), al termine della Fase A e con l’inizio dell’erogazione del nuovo servizio di radio comunicazione (Fase B)  l’infrastruttura di proprietà dell’Amministrazione sarà ceduta in piena disponibilità all’aggiudicatario, che avrà liberamente elaborato la propria soluzione progettuale in modo tale che il nuovo servizio sia erogato su un’infrastruttura di rete a scelta e di proprietà dell’aggiudicatario. Pertanto si invita codesta Società ad attenersi agli atti di gara.
    02/03/2021 15:02
  39. 25/02/2021 09:51 - Considerato il perdurare della situazione evidenziata con il quesito a prot. n.861386 del 19/02/2021 ove si evidenzia la mancata messa a disposizione da parte dell’attuale fornitore di infrastruttura dei costi necessari ai concorrenti per formulare una proposta congrua per la Fase A, considerato che l’Amministrazione non ha inteso porre rimedio a questa situazione lesiva della libera concorrenza e nemmeno ha dato ad oggi riscontro al succitato quesito, considerando l’approssimarsi della scadenza per la presentazione delle offerta e per la formulazione dei quesiti, si sollecita all’Amministrazione un riscontro in merito e si richiede alla stessa un’ulteriore proroga di almeno 15 giorni dei termini di presentazione delle offerte.

    L’Amministrazione ha provveduto a rispondere al quesito formulato invitando altresì il fornitore uscente a riscontrare le richieste di offerta entro il 26.02.2021. Ad ogni buon conto si evidenzia che la gara include una pluralità di servizi per una durata di 80 mesi di cui la Fase A rappresenta solo la parte iniziale e temporalmente circoscritta. In merito alla richiesta di proroga,  si  rammenta che la gara è stata pubblicata il 28.12.2020 e che il termine per la presentazione delle offerte è già stato oggetto di differimento portando il tempo a disposizione dei concorrenti a complessivi 70 giorni. Infine, il DL 76/2020 convertito nella Legge 120/2020 impone la conclusione delle procedure di gara sopra soglia entro 6 mesi dalla data di adozione dell’atto di avvio del procedimento e, pertanto, alla luce di tutto quanto sopra esposto, non si ritiene opportuno prorogare ulteriormente i termini.
     
    02/03/2021 15:05
  40. 26/02/2021 09:36 - A valle dei chiarimenti ricevuti, constatato che il periodo di affiancamento attiene unicamente al “trasferimento del necessario know-how nonché dellla conoscenza degli strumenti e delle procedure sw utili al controllo, alla gestione e alla manutenzione dell’intera rete” senza tuttavia dare indicazioni circa la quotazioone dei servizi necessari ad un equa quotazione in fase di offerta da parte dei concorrenti, constatato che, come attestato dall’Amministrazione stessa “resterà a carico dell’aggiudicatario la fornitura delle scorte” preso atto della volontà dell’Amministrazione di ottemperare ai “principi di massima concorrenza e parità di trattamento” non avendo ad oggi elementi per una seria ed equa quotazione delle attività di manutenzione e di gestione delle scorte, si chiede all’Amministrazione di scorporare tali attività dagli obblighi dei concorrenti per la Fase A.

     


    L’Amministrazione ha invitato il fornitore uscente a fornire riscontro alle richieste di offerta entro il 26.02.2021. Nel rammentare che la gara include una pluralità di servizi per una durata di 80 mesi di cui la Fase A rappresenta solo la parte iniziale e temporalmente circoscritta, si invita codesta Società ad attenersi agli atti di gara.
     
    02/03/2021 15:06
  41. 26/02/2021 09:38 - A valle dei chiarimenti ricevuti, constatata la condivisione da parte dell’Amministrazione della necessità di azioni al fine di garantire “massima concorrenza e parità di trattamento” constatato che ad oggi ancora mancano, da parte di taluni concorrenti, le informazioni necessarie all’equa quotazione degli obblighi relativi alla Fase A, al fine di consentire il reperimento di tali informazioni si chiede all’Amministrazione di estendere di almeno 15 giorni i termini di consegna delle offerte e conseguentemente quelli di richieste di chiarimento.

    L’Amministrazione ha invitato il fornitore uscente a fornire riscontro alle richieste di offerta entro il 26.02.2021. Ad ogni buon conto si evidenzia che la gara include una pluralità di servizi per una durata di 80 mesi di cui la Fase A rappresenta solo la parte iniziale e temporalmente circoscritta. In merito alla richiesta di proroga,  si  rammenta che la gara è stata pubblicata il 28.12.2020 e che il termine per la presentazione delle offerte è già stato oggetto di differimento portando il tempo a disposizione dei concorrenti a complessivi 70 giorni. Infine, il DL 76/2020 convertito nella Legge 120/2020 impone la conclusione delle procedure di gara sopra soglia entro 6 mesi dalla data di adozione dell’atto di avvio del procedimento e, pertanto, alla luce di tutto quanto sopra esposto, non si ritiene opportuno prorogare ulteriormente i termini.
    02/03/2021 15:07
  42. 26/02/2021 10:10 - A valle dei chiarimenti ricevuti si segnala come l’uso più o meno obbligato dello strumento di monitoraggio dell’attuale sistema costitutisca un’ulteriore vincolo ad usufruire dei servizi da parte dell’attuale fornitore di infrastruttura. Il suo utilizzo infatti renderebbe impossibile qualsiasi evoluzione dell’attuale rete con prodotti diversi da quelli forniti dall’attuale fornitore. Si chiede pertanto che a proposito della Fase B l’Amministrazione introduca il requisito di fornitura di prodotti di nuova produzione e non legati agli esistenti. 

    Come riportato nel par. 1.5 Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale (pag. 13), al termine della Fase A e con l’inizio dell’erogazione del nuovo servizio di radio comunicazione (Fase B)  l’infrastruttura di proprietà dell’Amministrazione sarà ceduta in piena disponibilità all’aggiudicatario, che avrà liberamente elaborato la propria soluzione progettuale in modo tale che il nuovo servizio sia erogato su un’infrastruttura di rete a scelta e di proprietà dell’aggiudicatario. Si invita pertanto codesta Società ad attenersi agli atti di gara.
     
    02/03/2021 15:07
  43. 26/02/2021 10:16 - A) In base alla risposta del quesito del 25.02.2021, si riscontra che l'Amministrazione prende atto della necessità che l'attuale fornitore risponda alle richieste di offerta pervenutegli e che al momento risultano inevase. Dato che oggi, a 12 giorni dalla data di presentazione delle offerte, l'attuale fornitore non ha fornito nessuna risposta, si chiede, proprio per garantire il tempo necessario a tutti i concorrenti di realizzare offerte consistenti, una proroga dei termini di presentazione delle offerte di almeno 30 giorni.
    B) In relazione alla risposta al quesito del 25.02.21, si fa notare che la fase di presa in carico del servizio prevista nella fase A dura solo 2 mesi e non prevede la fornitura da parte del fornitore attuale dei seguenti servizi fondamentali per l'espletamento del servizio di manutenzione richiesto per tutta la fase A (18 mesi):
    • riparazione delle unità guaste
    • manutenzione SW e bug fixing
    • dimensionamento e fornitura delle scorte
    L'affiancamento specificato nel capitolato non include tali servizi per i 18 mesi della fase A e in ogni caso non è sufficiente per definire un'offerta consistente sui servizi richiesti, a cui tra l'altro sono associati tempi di risoluzione dei guasti che proprio dai servizi testè elencati dipendono. Al momento il fornitore attuale non ha risposto a nessuna delle reiterate richieste di offerta sui suddetti servizi e quindi non si sa in quanto tempo verranno riparate le unità guaste, quante scorte comprare e in che tempi saranno risolti eventuali bug SW nel sistema. Si ribadisce che tale situazione configura una patente condizione di vantaggio competitivo per l'attuale fornitore che la risposta dell'Amministrazione e gli inviti della stazione appaltante al fornitore attuale non fanno che confermare. Si reitera quindi la richiesta di defalcare i suddetti servizi dall'ambito di gara oppure di definire un'offerta da parte dell'attuale fornitore comune a tutti i partecipanti, in modo da garantire una sostanziale parità competitiva.
    C) In relazione a quanto riportato nella risposta al quesito del 25.02.2021 in cui la stazione appaltante stabilisce che "Inoltre, anche dopo la fase A, l’aggiudicatario potrà disporre, ove ritenuto, dello strumento di monitoraggio che gli consentirà di individuare le eventuali componenti che non funzionano correttamente", si fa notare che la disponibilità dell'elemento di monitoraggio dell'attuale rete permette solo di verificare il funzionamento della rete attuale e non permette il suo riutilizzo e integrazione con tecnologie diverse da quelle del fornitore attuale. Inoltre si fa notare che in mancanza di un'offerta consistente per la manutenzione dei sistemi per la fase B da parte del fornitore attuale, qualunque concorrente si troverebbe impossibilitato ad utilizzare gli attuali componenti della rete stessa che, analogamente al caso della fase A, non potrebbe manutenere. In virtù di queste evidenze si ribadisce che l'unico concorrente che può veramente utilizzare gli attuali elementi della rete e integrarli parzialmente con nuovi è solo l'attuale fornitore. Allo scopo di non fornire un indebito vantaggio competitivo all'attuale fornitore anche dal punto di vista della congruità complessiva dell'offerta, si chiede quindi che l'Amministrazione mantenga la proprietà dell'attuale rete alla fine dei 18 mesi di Fase A e richieda in maniera inequivocabile che la nuova rete prevista non includa alcun elemento di quella attuale.  
     


    A) L’Amministrazione ha invitato il fornitore uscente a fornire riscontro alle richieste di offerta entro il 26.02.2021. In merito alla richiesta di proroga,  si  rammenta che la gara è stata pubblicata il 28.12.2020 e che il termine per la presentazione delle offerte è già stato oggetto di differimento portando il tempo a disposizione dei concorrenti a complessivi 70 giorni. Infine, il DL 76/2020 convertito nella Legge 120/2020 impone la conclusione delle procedure di gara sopra soglia entro 6 mesi dalla data di adozione dell’atto di avvio del procedimento e, pertanto, alla luce di tutto quanto sopra esposto, non si ritiene opportuno prorogare ulteriormente i termini.

    B) L’Amministrazione ha invitato il fornitore uscente a fornire riscontro alle richieste di offerta entro il 26.02.2021. Nel rammentare che la gara include una pluralità di servizi per una durata di 80 mesi di cui la Fase A rappresenta solo la parte iniziale e temporalmente circoscritta e che la procedura concorsuale è stata pubblicata il 28.12.2020 con la concessione di complessivi 70 giorni per la presentazione delle offerte, si invita codesta Società ad attenersi agli atti di gara.

    C) Come riportato nel par. 1.5 Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale (pag. 13), al termine della Fase A e con l’inizio dell’erogazione del nuovo servizio di radio comunicazione (Fase B)  l’infrastruttura di proprietà dell’Amministrazione sarà ceduta in piena disponibilità all’aggiudicatario, che avrà liberamente elaborato la propria soluzione progettuale in modo tale che il nuovo servizio sia erogato su un’infrastruttura di rete a scelta e di proprietà dell’aggiudicatario. Ad ogni buon conto, si ribadisce che l’Amministrazione ha invitato il fornitore uscente a fornire riscontro alle richieste di offerta entro il 26.02.2021 e, pertanto si invita codesta Società ad attenersi agli atti di gara.
     
    02/03/2021 15:09

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

ROMA CAPITALE

Direzione Generale - Centrale Unica Appalti - p.zza G. da Verrazzano, 7 Roma (RM)
Tel. - per ogni tipo di informazione, gli operatori economici devono chiamare esclusivamente il numero 02-40031280) - Fax. 06.4115333 - PEC: romacapitale@pec.tuttogare.it