Gara - ID 82

Stato: Scaduta


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante COMANDO POLIZIA LOCALE ROMA CAPITALE
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
Affidamento in concessione del servizio di rimozione veicoli in sosta d’intralcio e/o pericolo nel territorio di Roma Capitale ed attività connesse.

 
CIG7841570C43
CUP
Totale appalto€ 15.627.873,00
Data pubblicazione 19/04/2019 Termine richieste chiarimenti Venerdi - 24 Maggio 2019 - 17:30
Scadenza presentazione offerteLunedi - 03 Giugno 2019 - 10:30 Apertura delle offerteMartedi - 04 Giugno 2019 - 09:30
Categorie merceologiche
  • 501184 - Servizi di soccorso e rimozione di veicoli a motore
DescrizioneAffidamento in concessione del servizio di rimozione veicoli in sosta d’intralcio e/o pericolo nel territorio di Roma Capitale ed attività connesse.
Struttura proponente Corpo di Polizia Locale Roma Capitale
Responsabile del servizio Stefano Andreangeli Responsabile del procedimento andreangeli stefano
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf schema-convenzione-con-matrice-fd-signed - 1.56 MB
19/04/2019
File pdf schema-pef-signed - 191.67 kB
19/04/2019
File doc mod-dich.-avvalimento - 54.50 kB
19/04/2019
File docx modello-comunicazioni-ex-art.-76-d.lgs.-50-2016. - 18.57 kB
19/04/2019
File doc mod-domanda-integrata - 87.00 kB
19/04/2019
File pdf protocollo-intesa-prefettura - 2.18 MB
19/04/2019
File pdf allegato-6-patto-dintegrit-2019-20-21 - 117.54 kB
19/04/2019
File xlsx schema-di-piano-economico-finanziario. - 17.96 kB
19/04/2019
File pdf 1-1-19s-bando-di-gara-signed - 305.49 kB
19/04/2019
File pdf 2-1-19s-disciplinare-di-gara-signed - 559.36 kB
19/04/2019
File pdf capitolato-speciale-descrittivo-e-prestazionale - 8.78 MB
19/04/2019
File pdf documento-illustrativo-a-base-di-gara - 2.26 MB
19/04/2019
File pdf dgcdelib.-n-141-del-30.12.2016 - 939.16 kB
19/04/2019
File pdf determina-24274-09-04-2019-sg0000000002-2 - 109.56 kB
19/04/2019
File pdf su20190006038-esecutiva-determina-su-200-2019 - 72.59 kB
19/04/2019
File pdf 1-2019s-addendum-tutto-gare-albo-pretorio-signed - 569.98 kB
03/05/2019
File pdf dd-526-del-10062019 - 1.27 MB
11/06/2019
File pdf dd-639-del-05072019 - 1.59 MB
05/07/2019
File pdf Curriculum Vitae Ciutti Pierluigi - 2.08 MB
09/07/2019
File pdf Curriculum Vitae Mari Silvano - 275.63 kB
09/07/2019
File pdf Curriculum Vitae Izzo Giuseppina - 264.74 kB
09/07/2019
File pdf Atto di costituzionedella Commissione valutatrice - 1.59 MB
09/07/2019

Commissione valutatrice

File pdf Atto di costituzione 639 - 05/07/2019
Nome Ruolo CV
Ciutti Pierluigi Presidente File pdf
Mari Silvano Commissario File pdf
Izzo Giuseppina Commissario File pdf

Chiarimenti

  1. 16/05/2019 12:46 - In riferimento alla procedura in oggetto è stato richiesto il seguente chiarimento:
     
    Con riferimento a quanto richiesto nell’art. 7.2 lett. d) del disciplinare di gara, ovvero “dichiarazione che il concorrente ha realizzato negli ultimi tre esercizi disponibili  (2015/2016/2017) un fatturato specifico medio annuo per servizi analoghi al settore oggetto della gara non inferiore a € 800.000,00”, un operatore economico chiede di voler confermare che, in caso di disponibilità di idonea documentazione a comprova del suddetto requisito anche per l’esercizio 2018, sia possibile prendere come riferimento il triennio 2016/2018.
     


    Risposta:
     
    Si conferma l'indicazione presente nel disciplinare di gara al punto 7.2 d) che stabilisce quanto segue: "Ove le informazioni sui fatturati non siano disponibili, per le imprese che abbiano iniziato l’attività da meno di tre anni, i requisiti di fatturato devono essere rapportati al periodo di attività".
    Tale indicazione, presente nel disciplinare di gara, come facilmente riscontrabile, è espressamente prevista dal bando tipo n. 1 ANAC in quanto prevista dall’allegato XVII del Codice che a sua volta riprende alla lettera l’allegato XII della Direttiva 2014-24-UE 26-2-2014
     
    24/05/2019 11:47
  2. 17/05/2019 15:19 - In riferimento alla procedura in oggetto sono stati richiesti i seguenti chiarimenti:
    1) Con riferimento a quanto previsto nell’art. 12, pag. 22, dello schema di convenzione, nello specifico “il concessionario è obbligato, in analogia a quanto disposto dall’art. 103 c. 7 del Codice, a stipulare una polizza di assicurazione che copra i danni subiti da Roma Capitale a causa del danneggiamento o della distruzione totale o parziale di impianti ed opere, anche preesistenti, verificatisi nel corso dell’esecuzione della concessione. L’importo della somma assicurata corrisponde all’importo del contratto”, un operatore chiede di voler confermare che trattasi di refuso e, pertanto, non risulta dovuta la stipula di alcuna polizza, trattandosi di una concessione di servizi e non di lavori ai sensi dell’art. 103 c. 7 del Codice degli Appalti richiamato.

    2) In relazione al “fatturato specifico medio annuo” per servizi analoghi al settore oggetto della gara non inferiore a € 800.000,00” l’operatore economico chiede di confermare che lo stesso possa essere inteso come il risultato derivante dalla media dei singoli fatturati del triennio, ovverosia:
    fatturato 2015 + fatturato 2016 + fatturato 2017/3=> € 800.000,00 e quindi
    fatturato 2015 + fatturato 2016 + fatturato 2017=> € 2.400.000,00.
     

     


    Risposta:
    1) Come stabilito all’art. 12 dello schema di convenzione, l’art. 103 c. 7 del Codice degli appalti viene applicato in analogia a quanto disposto dal citato articolo per la concessione di lavori pubblici. Si precisa che l’art. 166 del D.lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii. fissa il principio di libera amministrazione delle autorità pubbliche, per cui le amministrazioni aggiudicatrici e gli enti aggiudicatori sono liberi di organizzare la procedura per la scelta del concessionario, fatto salvo il rispetto delle norme di cui alla stessa Parte III. Pertanto, quanto indicato all’art. 12 dello schema di convenzione non è un refuso.


     2) In relazione al “fatturato specifico medio annuo” per servizi analoghi al settore oggetto della gara non inferiore a € 800.000,00, si conferma che lo stesso è il risultato della media aritmetica del fatturato complessivo maturato nel triennio di riferimento (fatturato 2015 + fatturato 2016 + fatturato 2017/3); il fatturato complessivo deriva, a sua volta, dalla somma algebrica del fatturato maturato in ogni singolo anno (fatturato 2015 + fatturato 2016 + fatturato 2017).
     Per quanto concerne la comprova del requisito gli operatori economici devono far riferimento a quanto stabilito all’art. 7.2, lett. d) del disciplinare di gara.
    Pertanto si precisa che la comprova del requisito è fornita, ai sensi dell’art. 86, comma 4 e all. XVII parte I, del Codice, mediante:
    - fatture e/o contratti, sottoscritti digitalmente ai sensi dell’art. 22 del D. Lgs. n. 82/2005 e ss.mm.ii., comprovanti l’avvenuta esecuzione di servizi analoghi nel settore oggetto della gara realizzati negli esercizi di seguito indicati (2015/2016/2017) per un importo medio annuo non inferiore a € 800.000,00 e pertanto per un importo complessivo, relativo ai suddetti esercizi, non inferiore a € 2.400.000,00.
     
     
    .

     
    27/05/2019 11:00
  3. 20/05/2019 17:27 - In riferimento alla procedura in oggetto è stato richiesto il seguente chiarimento:
    Con riferimento a quanto richiesto nell’art. 4 del Capitolato di Gara “elementi essenziali e beni minimi per lo svolgimento del servizio – carri rimotori” un operatore economico chiede di confermare che uno smart phone di ultima generazione dotato di dispositivo GPS e, quindi, l’app di gestione in utilizzo agli autisti, sia considerato equivalente ad un dispositivo di tracking.
     


    Risposta:
    gli operatori economici devono attenersi a quanto indicato nel capitolato speciale descrittivo e prestazionale, art. 4 – Carri rimotori, che prevede espressamente che “i mezzi messi a disposizione per l’espletamento del servizio siano equipaggiati con dispositivi Tracker”.

     
    27/05/2019 11:07
  4. 22/05/2019 11:58 - In riferimento alla procedura in oggetto è stato richiesto il seguente chiarimento:
     
    un operatore economico ha richiesto di confermare che l’ulteriore deposito rispetto ai minimi richiesti all’art. 4 del capitolato di gara possa essere situato nel territorio di Roma Capitale ma anche al di fuori del grande raccordo anulare e non debba avere un numero minimo di stalli.
     


    Per gli ulteriori depositi oltre ai minimi richiesti ed indicati all'art. 4 del Capitolato Speciale Descrittivo Prestazionale, l'Amministrazione ne valuta la disponibilità con la previsione di assegnare i punteggi tabellari previsti al criterio n. 2.a di cui all'art. 7 del citato Capitolato. Pertanto, per depositi ulteriori non vengono imposti i requisiti indicati dall'operatore economico nella richiesta di chiarimenti. 

    Al fine di facilitare il concorrente nella predisposizione dell’offerta tecnica, in relazione al sub-criterio 2.a si precisa, ad integrazione della risposta fornita, che il concorrente dovrà presentare apposita dichiarazione sottoscritta digitalmente nelle forme prescritte, attestante la disponibilità, in caso di aggiudicazione di n.….   deposito/depositi aventi le caratteristiche tecniche minime previste dall’art. 4 del C.S.D.P.
     
    27/05/2019 16:04

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

ROMA CAPITALE

Roma Capitale DRS-CUC - p.zza G. da Verrazzano, 7 Roma (RM)
Tel. - per ogni tipo di informazione, gli operatori economici devono chiamare esclusivamente il numero 02-40031280) - Fax. 06.4115333 - Email: protocollo.razionalizzazionespesaappalticontratti@comune.roma.it - PEC: romacapitale@pec.tuttogare.it