Gara - ID 159

Stato: Scaduta


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante DIPARTIMENTO TUTELA AMBIENTALE
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoForniture
Fornitura e posa in opera di moduli per aree giochi
CIG78786492D5
CUPJ89F18001390004
Totale appalto€ 803.386,35
Data pubblicazione 05/08/2019 Termine richieste chiarimenti Venerdi - 20 Settembre 2019 - 12:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 30 Settembre 2019 - 10:30 Apertura delle offerteMartedi - 01 Ottobre 2019 - 09:30
Categorie merceologiche
  • 375352 - Attrezzatura per parco giochi
DescrizioneL’appalto riguarda l’affidamento di fornitura e posa in opera di attrezzature delle aree ludiche ubicate presso le aree verdi attrezzate di Roma.
Struttura proponente Dipartimento Tutela Ambientale
Responsabile del servizio Silvio Monti Responsabile del procedimento Solinas Gianfranco
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf 1.-bando-di-gara-signed - 237.90 kB
05/08/2019
File pdf 2.-disciplinare-di-gara-signed - 506.72 kB
05/08/2019
File pdf 3.-relazione-tecnico-illustrativa - 538.71 kB
05/08/2019
File pdf 4.-capitolato-speciale-descrittivo-e-prestazionale - 17.26 MB
05/08/2019
File pdf 5.-elenco-prezzi - 4.17 MB
05/08/2019
File pdf 6.-calcolo-degli-importi - 307.44 kB
05/08/2019
File pdf 7.-calcolo-costi-ed-incidenza-monodopera - 235.50 kB
05/08/2019
File pdf 8.-prospetto-economico - 878.43 kB
05/08/2019
File pdf 9.-duvri - 6.66 MB
05/08/2019
File pdf 10.-schema-di-contratto - 4.15 MB
05/08/2019
File pdf 11.determina-a-contrarre-n.1643-28.12.2018 - 103.70 kB
05/08/2019
File pdf 12.-determina-a-contrarre-e-nuova-riapp-n.-810-3.7.2019 - 114.28 kB
05/08/2019
File pdf 13.-determina-approvazione-atti-di-gara-n.-406-24.7.2019- - 85.95 kB
05/08/2019
File pdf 14.-determina-nomina-rup-n.-1109-2018 - 66.75 kB
05/08/2019
File pdf 15.-protocollo-di-integrit - 240.91 kB
05/08/2019
File pdf 16.-protocollo-dintesa-tra-prefettura-e-roma-capitale - 2.18 MB
05/08/2019
File pdf 17.-codice-di-comportamento-g.c.-n.-141-del-30.12.2016 - 934.28 kB
05/08/2019
File pdf 18.-modello-comunicazioni-ex-art.76-d.lgs.50-2016 - 274.02 kB
05/08/2019
File pdf 19.-modello-dichiarazione-integrativa-avvalimento - 708.43 kB
05/08/2019
File pdf 20.-modello-domanda-partecipazione - 973.38 kB
05/08/2019
File docx modello-comunicazioni-ex-art.-76-d.lgs.-50-2016. - 18.18 kB
05/08/2019
File doc modello-dichiarazione-integrativa-avvalimento - 53.50 kB
05/08/2019
File doc modello-domanda-partecipazione - 88.50 kB
05/08/2019
File pdf avviso-seduta-pubblica-s.i.-14-ottobre-signed-firmato - 830.78 kB
09/10/2019

Avvisi di gara

09/10/2019Seduta pubblica procedura aperta fornitura e posa in opera di moduli per aree giochi
Si trasmette l'unito Avviso seduta pubblica relativo all'esame della documentazione integrativa richiesta ai sensi dell'art. 83 comma 9 del D.Lgs 50/2016.. Cordialmente Ernesto Cunto ...

Chiarimenti

  1. 29/08/2019 14:34 - Buonasera,
    in relazione ai requisiti di capacità economico finanziaria e tecnica e professionale, volevo sapere se è possibile, a comprova di detti requisiti fornire una dichiarazione dell' Amministratore Unico con gli importi, il nome dei committenti e la data delle forniture in opera svolte, poichè allegare tutte le fatture sarebbe un pò difficoltoso.
    Distinti saluti.


    In riferimento alla richiesta di chiarimenti riguardo la dimostrazione dei requisiti di capacità economico finanziaria e tecnica professionale , la stessa può essere comprovata attraverso i sistemi elencati ai unti 7.2 e 7.3 del Discplinare di Gara  così come pubblicato
    Come indicato  all'ultimo capoverso del punto 7.2 del medesimo documento è consentito "per fondati motivi provare la propria capacità economica e finanziaria anche medianmte un qualsiasi altro documento, considerato idoneo dalla Stazione Appaltante".
    Nella fattispecie si ritiene possibile fornire apposita dichiarazione firmata digitalmente dal legale rappresentante dell'operatore economico con indicazione degli importi, delle lavorazioni effettuate , dei committenti e la data delle forniture fatta salva la possibilità di controllo e verifica da parte della Stazione Appaltante di quanto dichiarato.
    Distinti saluti.

     
    02/09/2019 12:45
  2. 13/09/2019 11:41 - Buongiorno in merito alla presente trattativa abbiamo alcuni quesiti da porvi:
    1) Nel bando viene richiesta la rispondenza CAM per i prodotti in legno ma è noto che non potranno essere impregnati poiché l’impregnante non è CAM, quindi il pino è escluso, così come il larice che non ha durata. Si può allora proporre solo rovere o robinia al naturale ed in possesso di certificazione FSC oppure PEFC giusto?
    2) Nella descrizione dei nuovi giochi da fornire non viene indicata alcuna caratteristiche tecniche tantomeno dimensionale quindi ? Di conseguenza non è neppure menzionato lo HIC di caduta. Come dobbiamo comportarci?
    3) In alcuni giochi viene indicato che gli appoggi al suolo devono essere di materiale diverso dal legno. Si intende che la struttura può essere in legno e deve avere le staffe in metallo, oppure che i montanti siano ad esempio in alluminio?

    Grazie e saluti


    Quesito n. 1
    Si rimanda a quanto specificato nel Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale  nell’art. 3 al punto A1 in cui si prescrive che gli articoli costituiti da legno (senza specifiche del tipo di legno)  devono essere costituiti da legname proveniente da fonti conformi ai C.A.M.
     
    In particolare sono presunti conformi i prodotti in possesso:
    • della certificazione rilasciata da organismi terzi indipendenti che garantiscano la “catena di custodia” in relazione alla provenienza da foreste gestite in maniera sostenibile o controllata della cellulosa impiegata quali quella del Forest Stewardship Council (FSC) o del Programme for Endorsement of Forest Certification schemes (PEFC), puro, misto o riciclato (“FSC®Recycled”, “FSC® Riciclato”,10 “PEFC® Recycled”, “Riciclato PEFC®”, oppure equivalenti;
    • di un’asserzione ambientale auto dichiarata conforme alla norma ISO 14021 che attesti l’origine della materia prima da foreste gestite in maniera sostenibile o da fonti controllate e/o la presenza di una percentuale di legno riciclato, validata da un organismo riconosciuto;
    • dell’etichetta “Remade in Italy® o equivalente;
    • di una EPD (Environmental Product Declaration) conforme alla norma ISO 1402512 riportante l’informazione richiesta dal criterio, convalidata da un organismo riconosciuto;
     
    E’ quindi facoltà dell’offerente presentare uno o più certificazioni come sopra indicate ed in alternativa:
    L’offerente, in caso di offerta di prodotti non in possesso dei mezzi di presunzione di conformità sopra elencati, dovrà fornire una dichiarazione firmata dal legale rappresentante della ditta produttrice che attesti la conformità al criterio e che includa l’impegno ad accettare un’ispezione da parte di un organismo riconosciuto volta a verificare la veridicità delle informazioni rese. Tale verifica sarà richiesta dall’amministrazione aggiudicatrice in sede di aggiudicazione provvisoria”.
    Quanto sopra premesso, le certificazioni FSC oppure PEFC costituiscono una delle varie possibilità indicate e sono quindi certamente valide.
    Per quanto riguarda l’impregnante questo dovrà seguire quanto indicato al punto 4.2.2 del Decreto Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare del 5.2.2015 ed in particolare:
    “l’offerente deve presentare una dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante della ditta produttrice che indichi i prodotti utilizzati come trattamenti superficiali ed attesti la conformità al criterio, l’eventuale utilizzo di prodotti muniti dell’Ecolabel europeo e la disponibilità a rendere documentazione utile alla verifica di conformità al criterio (schede dati di sicurezza dei prodotti utilizzati ed evidenze dell’effettivo utilizzo di tali prodotti). L’amministrazione aggiudicatrice si riserva di richiedere all’aggiudicatario provvisorio, a seconda del valore dell’appalto, o adeguata documentazione  tecnica o una verifica di parte terza rilasciata da un organismo riconosciuto al fine di dimostrare la conformità”.
     
    Quesito n. 2
     
    L’appalto è di fornitura e posa in opera di attrezzature ludiche, e comporta, quindi, la sostituzione di pezzi già esistenti che dovranno avere le stesse caratteristiche di quelli sostituiti ivi compreso l’HIC di caduta.
     
     
     
    Quesito n. 3
     
    La voce indicata è riferita alla sostituzione di montanti per altalene (Voce 1 elenco prezzi)
    L’indicazione degli appoggi al suolo è riferita alle staffe di ancoraggio. La struttura sovrastante dovrà essere dello stesso materiale di quella asportata.
    Infine , secondo quanto indicato alle voci successive per la sostituzione di strutture complete, per le stesse sono stati indicati prezzi diversificati per montanti in legno o materiale diverso, fermo restando che i sistemi di ancoraggio a terra dovranno essere comunque in acciaio zincato.
    13/09/2019 14:20
  3. 13/09/2019 13:29 - Buongiorno,
    in riferimento alla gara in oggetto ed ai fini della comprova requisiti di capacità economico finanziaria si richiede se il triennio da dover considerare è: 01.08.2016-31.7.2019 oppure il treinnio con bilanci già deposistati 01.01.2016 - 31.12.2018.
    Si resta in attesa di chiarimento e si porgono distinti saluti


    In riferimento al quesito posto si riporta parte del parere di precontenzioso espresso dall'ANAC con Delibera n. 3 dell'11.1.2017 inerente il quesito medesimo:

    ".........................Per la capacità tecnica e professionale il triennio da prendere in considerazione per verificare la sussistenza del requisito è quello effettivamente antecedente la data di pubblicazione del bando e, quindi, non coincidente necessariamente con il triennio relativo al requisito di capacità economico-finanziaria da intendersi come periodo amministrativo di durata ordinariamente annuale, coincidente con l’anno solare............
    dal quale si evince che la dimostrazione del requisito di capacità economico-fimnanziaria, al contrario della capacità tecnico-professionale, è riferito al triennio riferito al periodo amministrativo inteso come anno solare.
    Quindi, nella fattispecie per il quesdito posto, il triennio di riferimento è quello con i bilanci già depositati, e quindi 01.01.2016- 31.12.2018
    Distinti saluti.
     
    13/09/2019 15:14
  4. 13/09/2019 15:15 - in riferimento al subcriterio 3.2 dell'offerta tecnica si richiede conferma che la concorrenza globale di € 100.000 di ricambi sia da considerarsi all'inerno dell'importo contrattuale e di voler cortesemente specificare come verrà quantificata ovvero se utilizzando come prezzi di riferimento quelli  a base d'asta oppure quelli ribassati dall'operatore aggiudicatario.
    Distinti saluti


    Il subcriterio 3.2- ovviamente facoltativo in quanto premiante ma non escludente- prevede che l'offerente garantisca  a titolo gratuito la sostituzione di pezzi oggetto di atti vandalici fino alla concorrenza di €. 100.000 computando il prezzo degli stessi  attraverso l'elenco prezzi dell'appalto appalicando agli stessi il ribasso contrattuale offerto.
    Tale fattore non ha incidenza sull'importo dell'appalto in quanto costituisce un capitale sul quale l'offerente,  a sua discrezione, può costituire un fondo di garanzia rispetto ad atti vandalici nell'arco di tempo che riterrà opportuno acquisendo quindi all'interno dell'offerta tecnica un punteggio  differenziato secondo l'arco temporale garantito, fermo restando l'importo globale della garanzia.
    Ovviamente all'aumentare del tempo aumenta la percentuale di rischio che l'offerente si assume e, quindi, corrispondentemente aumenta il punteggio assegnato.
    Distinti saluti.
    13/09/2019 17:12
  5. 18/09/2019 11:45 - Buongiorno, 
    in merito alla trattativa in oggetto abbiamo alcuni quesiti da sottoporvi:
    1) Su quali strutture andranno effettuate le manutenzioni ? Ovvero andranno effettuati interventi di manutenzione solo sulle strutture installate ex novo o anche sulle strutture pre-esisistenti al quale verranno sostituiti i ricambi indicati in appalto?
    2) Quale risulta essere la frequenza con cui dovranno essere effettuate le manutenzione per ogni anno offerto gratuitamente?
    3) Quale sarà il soggetto che effettuerà il monitoraggio delle attrezzature ai fini della segnalazione di eventuali  atti vandalici?
    4) Per vandalismo cosa si intende? Problematiche legate esclusivamente alla sicurezza o anche vandalismo quali scritte/incisioni/graffi?
    5) nell'elenco prezzi che riassume quantità di nuovi giochi e componenti di ricambio, non vengono menzionate le voci relative ai sottofondi/pavimentazioni da integrare/realizzare. Su quale voce economica verranno computati?
    Grazie, distinti saluti
     
     


    In merito ai quesiti posti si comunica quanto segue:
    1)- Le manutenzioni indicate nella offerta tecnica, la cui indicazione è assolutamente facoltativa in quanto no costituente un requisito di partecipazione ma una miglioria valuatata attrevrso il punteggio attribuito secondo quanto indicato nei documenti di gara, si riferiscono sia alle strutture installate ex novo e sia sulle strutture preesistenti sulle quali sono stati sostituiti i ricambi indicati in appalto.
    2)- Le manutenzioni, nei limiti indicati dal Capitolato, non hanno una frequenza ma dovranno essere effettuate al momento in cui dovessero essere necessarie e saranno legate alla verifica delle attrezzature, così come indicato dalla normativa UNI,  da effettuarsi trimestralmente ed annualmente.
    3)- Il soggetto che effettuerà il monitoraggio delle attrezzature ai fini della segnalazione di eventuali atti vandalici è ovvaiemnte il gestore delle strutture, cioè la Stazione Appaltante sia in proprio e sia attraverso gli organi preposti al controllo del territorio, vale a dire la Polizia Locale.
    4)- Vandalismo sono tutte le azioni che rendano una struttura non più agibile sia dal punto di vaista della sicurezza e sia da quello del decoro. A seconda della fattispecie di danno operato sranno concordate le misure atte a rendere di nuovo in efficienza la struttura danneggiata ivi compresa la sua sostituzione. 
    5)- Nel Capitolato Descrittivo eprestazionale alla voce 53 della pagina 21 ed alla voce 54 dell'Elenco Prezzi (pag. 17) è  prevista per la posa in opera di pavimentazione antitrauma, la fornitura di massetto di sottofondo delleo spessore di cm. 10 con rete zincata, compensato nel prezzo  a misura di tutte le voci.
    Distinti saluti.
     
    18/09/2019 12:42

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

ROMA CAPITALE

Roma Capitale DRS-CUC - p.zza G. da Verrazzano, 7 Roma (RM)
Tel. - per ogni tipo di informazione, gli operatori economici devono chiamare esclusivamente il numero 02-40031280) - Fax. 06.4115333 - Email: protocollo.razionalizzazionespesaappalticontratti@comune.roma.it - PEC: romacapitale@pec.tuttogare.it