Gara - ID 1

Stato: Scaduta


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante DIPARTIMENTO MOBILITA' E TRASPORTI
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
Procedura aperta per l’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale su gomma nel territorio periferico di Roma Capitale e servizi accessori. Suddiviso in due lotti.
CIG
CUP
Totale appalto€ 987.953.580,43
Data pubblicazione 23/11/2018 Termine richieste chiarimenti Mercoledi - 06 Febbraio 2019 - 17:30
Scadenza presentazione offerteMercoledi - 13 Marzo 2019 - 09:30 Apertura delle offerteMartedi - 19 Marzo 2019 - 09:30
Categorie merceologiche
  • 601 - Servizi di trasporto terrestre
DescrizioneAffidamento del servizio di trasporto pubblico locale su gomma nel territorio periferico di Roma Capitale e servizi accessori per circa complessivi 30.000.000 vett/Km/annuo, divisi in due lotti (Lotto 1 – Est per 16.218.476 vett/Km/annuo e Lotto 2 – Ovest per 13.715.724 vett/Km/annuo, per un totale effettivo di 29.934.200 vett/Km/annuo).
Struttura proponente Dipartimento Mobilità e Trasporti Direzione Trasporto Pubblico Locale
Responsabile del servizio Dott. Giammario Nardi Responsabile del procedimento
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf 4-2018s-schema-contratto-lotto-1-tpl-signed-signed - 1.04 MB
23/11/2018
File pdf 4-2018s-schema-di-contratto-lotto-2-tpl-signed-signed - 1.03 MB
23/11/2018
File pdf protocollo-integrita - 646.44 kB
23/11/2018
File doc modello-dichiarazione-integrativa-subappaltatore - 61.50 kB
23/11/2018
File docx modello-comunicazioni-ex-art.-76-d.lgs.-50-2016. - 18.57 kB
23/11/2018
File doc modello-domanda-partecipazione - 86.00 kB
23/11/2018
File pdf 3.relazione-tecnico-illustrativa-signed - 729.82 kB
23/11/2018
File pdf 1.capitolato-appalto-lotti-1-e-2-signed - 2.48 MB
23/11/2018
File pdf 5.relazione-consultazione-21.03.2018-signed - 3.22 MB
23/11/2018
File pdf 4.relazione-economica-signed - 731.05 kB
23/11/2018
File pdf 4.1-elencoprogreesivofermatelotto1-signed - 9.84 MB
23/11/2018
File pdf 1.2-elenco-lineeetipovetture-lotto2-signed - 534.95 kB
23/11/2018
File pdf 1.1-elenco-lineeetipovetture-lotto1-signed - 539.34 kB
23/11/2018
File pdf 4.2-elencoprogreesivofermatelotto2-signed - 8.60 MB
23/11/2018
File pdf 5-definizionevaliditecalendario-2020-signed - 645.75 kB
23/11/2018
File pdf 3-linee-guida-per-la-redazione-della-carta-dei-servizi-signed - 577.93 kB
23/11/2018
File pdf 2.1-elencopercorsilotto1-signed - 846.95 kB
23/11/2018
File pdf 2.2-elencopercorsilotto2-signed - 786.22 kB
23/11/2018
File pdf 6.1-velocitrilevateperlinealotto1-signed - 95.70 MB
23/11/2018
File pdf 7-definizionefasciaoraria-signed - 454.78 kB
23/11/2018
File zip 9.1-shapelotto-1 - 2.09 MB
23/11/2018
File pdf 8.2-produzionechilometricacalcolata-per-ogni-liena-lotto2-signed - 551.78 kB
23/11/2018
File pdf 11-schedaeserciziotipo-signed - 544.52 kB
23/11/2018
File pdf 6.2-velocitrilevateperlinealotto2-signed - 84.95 MB
23/11/2018
File zip 9.2-shapelotto-2 - 1.91 MB
23/11/2018
File pdf 8.1-produzionechilometricacalcolata-per-ogni-linea-lotto1-signed - 557.27 kB
23/11/2018
File pdf 10.1-programmatoesercizio-lotto1-signed - 8.56 MB
23/11/2018
File pdf 10.2-programmatoesercizio-lotto2-signed - 7.73 MB
23/11/2018
File pdf 12-tracciatifilepresentazioneprogrammaesercizio-signed - 618.14 kB
23/11/2018
File pdf 14-velocit-di-percorrenza-e-velocit-commerciale-signed - 862.30 kB
23/11/2018
File pdf 15-tracciatifileavm-signed - 1.25 MB
23/11/2018
File pdf 13-linee-guida-per-la-implementazione-del-gtfs-signed - 445.23 kB
23/11/2018
File pdf 22-tracciatorecordfermate-signed - 537.79 kB
23/11/2018
File pdf 16-elenco-personale-per-lotto-signed - 8.19 MB
23/11/2018
File pdf 19-procedura-per-le-operazioni-di-affissione-pubblicitaria-signed - 747.43 kB
23/11/2018
File pdf 21-tracciatorecordpercorsi-signed - 632.81 kB
23/11/2018
File pdf 23-modalit-di-aggiudicazione-signed - 1.01 MB
23/11/2018
File pdf 20-elenco-del-parco-mezzi-del-gestore-uscente-allocato-per-lotto-signed - 2.60 MB
23/11/2018
File pdf 17-prescrizione-acquisto-nuovi-veicoli-signed - 1.71 MB
23/11/2018
File pdf 18-procedura-di-manutenzione-validatori-elettronici-signed - 1.36 MB
23/11/2018
File pdf su2018-17923-determina574-2018 - 70.26 kB
23/11/2018
File pdf determina-a-contrarre- - 1.20 MB
23/11/2018
File pdf 4-2018s-bando-di-gara-signed-1 - 500.08 kB
23/11/2018
File pdf 4-2018s-disciplinare-di-gara-signed-2 - 1.42 MB
23/11/2018
File pdf 24-ulteriori-informazioni - 0.98 MB
06/12/2018
File pdf 4-2018s-avviso-errata-corrige-signed - 490.16 kB
06/12/2018
File doc nuovo-modello-dichiarazione-integrativa-avvalimento - 53.00 kB
10/12/2018
File pdf errata-corrige-faq - 31.65 kB
10/01/2019
File pdf FAQ - 1.99 MB
29/01/2019
File pdf 4-18s-avviso-sospensione-albo - 1.30 MB
13/03/2019
File pdf 4-18s-avviso-sospensione-albo - 1.30 MB
13/03/2019

Lotti

OggettoAffidamento del servizio di trasporto pubblico locale su gomma nel territorio periferico di Roma Capitale e servizi accessori - Lotto 1 – Est per 16.218.476 vett/Km/annuo.
CIG76902860C5
Totale lotto € 828.468.463,49
Durata 96 Mesi
Descrizione Affidamento del servizio di trasporto pubblico locale su gomma nel territorio periferico di Roma Capitale e servizi di accessori per un periodo di otto anni.
Produzione richiesta di 16.218.476 vett/km annui prezzo unitario omnicomprensivo base di gara pari ad euro 4,1707. Il prezzo comprende i servizi accessori.
Categorie merceologiche 601 - Servizi di trasporto terrestre
Ulteriori informazioni
OggettoAffidamento del servizio di trasporto pubblico locale su gomma nel territorio periferico di Roma Capitale e servizi accessori Lotto 2 – Ovest per 13.715.724 vett/Km/annuo
CIG7690337AD8
Totale lotto € 684.059.940,94
Durata 96 Mesi
Descrizione Affidamento del servizio di trasporto pubblico locale su gomma nel territorio periferico di Roma Capitale e servizi accessori per un periodo di otto anni.
Produzione richiesta di 13.715.724 vett/km annui prezzo unitario omnicomprensivo base di gara pari ad euro 4,0721. Il prezzo comprende i servizi accessori.
Categorie merceologiche 601 - Servizi di trasporto terrestre
Ulteriori informazioni

Avvisi di gara

13/03/2019Avviso sospensione procedura di gara
  AVVISO DI SOSPENSIONE (Pos. 4/2018S) Si comunica che, la procedura aperta concernente "l’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale su gomma nel territorio periferico di Roma Capitale e servizi accessori. Suddiviso in due lotti" (lott...
13/03/2019Modifica date procedura Aperta: Procedura aperta per l’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale su gomma nel territorio periferico di Roma Capitale e servizi accessori. Suddiviso in due lotti.
Si comunica l'avvenuta modifica delle date relative la procedura in oggettoA seguire la tabella riepilogativa delle date aggiornateTermine richieste chiarimenti06/02/2019 17:30Scadenza presentazione offerte13/03/2019 09:30Apertura delle offerte19/03/2019 ...
10/01/2019Errata corrige FAQ
Errata corrige FAQ...
04/01/2019FAQ
Richieste chiarimenti pervenute al Dipartimento Mobilità e Trasporti...

Chiarimenti

  1. 02/01/2019 11:43 - Buongiorno, in relazione al punto 11 del Disciplinare di gara - Sopralluogo - si chiede di confermare che, in caso di partecipazione alla gara di RTI non ancora costituito e i cui componenti non siano, al momento, ancora individuati, il sopralluogo possa essere effettuato da soggetto delegato da un unico operatore che andrà successivamente a far parte del RTI costituendo partecipante alla gara.

    Come già specificato all’art. 11 del Disciplinare In caso di raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario non ancora costituiti, aggregazione di imprese di rete non ancora costituita in RTI, il sopralluogo è effettuato da un rappresentante legale/procuratore/direttore tecnico di uno degli operatori economici raggruppati, aggregati in rete o consorziati o da soggetto diverso, purché munito della delega di tutti detti operatori. In alternativa l’operatore raggruppando/aggregando/consorziando può effettuare il sopralluogo singolarmente. Se poi successivamente l’operatore che ha effettuato il sopralluogo diventi parte di un costituendo RTI, consorzio o aggregati in rete, il suo sopralluogo potrà valere anche per gli altri componenti che non lo abbiano effettuato, previa apposita dichiarazione di questi ultimi di riconoscerlo, condividerlo ed avvalersene.
    04/01/2019 09:59
  2. 09/01/2019 14:59 - Buonasera,
    si trasmette, in allegato, richiesta di chiarimenti.
    Distinti Saluti.

    Cilia Italia srl
     


    Richiesta 1 - Per quanto al Capitolato Speciale tecnico prestazionale, paragrafo 3.1, riguardo il sistema satellitare AVM si dice: "Tale sistema dovrà adeguarsi, nel corso del tempo, all'evoluzione delle tecnologie hardware e software nonché delle tecniche di comunicazione, di concerto con le indicazioni del Committente e/o di RSM a cui dovrà essere garantita, in ogni caso, l'integrazione tecnica ed il soddisfacimento delle esigenze funzionali richieste." La garanzia nel tempo dell'integrazione tecnica e delle esigenze funzionali appare un requisito fondato, data la necessità di utilizzare il sistema AVM per fornire sia i dati in tempo reale che i dati a consuntivo. Ma la richiesta che, su indicazione del Committente, l'Aggiudicatario debba adeguare il sistema all'evoluzione delle tecnologie HW e SW è un concetto che potrebbe andare oltre le necessità funzionali ed imporre in modo non giustificato investimenti aggiuntivi. Per fare un esempio, se i moduli di comunicazione al momento dell'inizio del servizio saranno dotati di tecnologia 4G, e negli anni successivi si diffonderà anche il 5G, non sembra giustificato che il Committente possa chiedere l'aggiornamento a tale tecnologia, che potrebbe richiedere la sostituzione degli apparati di bodo, nel momento in cui le comunicazioni 4G risultassero ancora adeguate alle funzioni richieste al sistema AVM.

    Risposta 1 - Evoluzione tecnologica - obblighi da parte dell'Aggiudicatario: l'Aggiudicatario è vincolato al solo rispetto degli obblighi informativi nelle forme e nei contenuti già descritti nel Capitolato mentre ogni altra implementazione che dovesse essere richiesta dal Committente, in funzioni di eventuali nuove disposizioni cogenti o di nuove opportunità di miglioramento della efficacia ed efficienza di erogazione dei servizi o di gestione contrattuale, oppure originate dallo stesso Soggetto aggiudicatario, per le medesime ragioni o per questioni strettamente industriali, è oggetto di "concertazione" quindi la clausola in questione non prefigura alcun obbligo suppletivo per l'Aggiudicatario.
     
     
     
    Richiesta 2 - Per quanto al Capitolato Speciale tecnico prestazionale, paragrafo 4.2, si dice: "La finalizzazione di tutti i sistemi di monitoraggio, di controllo e di gestione della flotta, di cui al precedente Capitolo 3 "Sistema automatizzato di controllo A VM" e funzionali alla "Registrazione corsa tramite protocollo GTFS" ed alla "Registrazione corsa tramite sistema AVM" (cfr. rispettivamente Paragrafi 4.3.2 e 4.3.3), deve essere tassativamente prevista entro 60 giorni dal limite massimo previsto di 180 giorni per il "periodo transitorio. Si riscontra che tali vincoli temporali creano una significativa situazione di sbilanciamento a favore del gestore attuale. Nel caso di aggiudicazione al gestore attuale, questo infatti potrà iniziare le installazioni del sistema AVM sui mezzi a partire dal giorno della stipula del contratto, dato che i mezzi sono in suo possesso, ed avere quindi un totale di 240 giorni (180+60) per allestire il sistema. Poiché non si chiede un sistema AVM nuovo, il gestore attuale potrebbe anche utilizzare il sistema già installato, eventualmente aggiornandolo. Eventuali altri aggiudicatari potranno disporre dei mezzi (acquisiti dall'attuale gestore) solo a partire dal giorno di presa in carico delle linee, presumibilmente quindi dopo 180 giorni dalla firma del contratto, avendo quindi a disposizione solo 60 giorni per l'allestimento del sistema AVM di bordo, e non potendo prevedere installazioni massive concentrate in tempi ristretti, data la necessità di impiegare i mezzi sul nuovo servizio. Poiché il mancato rispetto dei tempi di allestimento del sistema AVM comporta penali significative, il risultato è che l'esposizione del gestore attuale alle penali risulta significativamente inferiore a quella degli altri concorrenti, che avrebbero costi maggiori con ripercussioni sul PEF e sulla competitività del prezzo offerto. Questo penalizzerebbe i nuovi potenziali gestori in maniera evidente e. Sarebbe inoltre opportuno tenere in considerazione che il tipo di sistema AVM richiesto necessita di specifiche personalizzazioni (non è un prodotto che si compra "a scaffale", e pertanto non appare assolutamente ragionevole che possa essere dispiegato nei tempi indicati. Si ritiene che un tempo congruo per l'implementazione del sistema AVM, anche sulla base di quanto fatto in altri contesti nazionali ed internazionali, non debba essere inferiore ai 12 mesi dalla disponibilità dei mezzi. Si tenga anche in considerazione che il capitolato non affronta il tema dell'integrazione tra sistema di pianificazione e sistema AVM, ma dalle specifiche si intuisce che il sistema di pianificazione di riferimento sia quello della ditta Maior srl (con i moduli di integrazione Dado Mon) e che pertanto ci sia un vincolo inopportuno per i concorrenti che sarebbero vincolati ad utilizzare tale sistema o in alternativa prevedere ulteriori integrazioni software con aggravio dei tempi.

    Risposta 2 - AVM - 1) tempo di subentro, 2) implementazione dell'ambiente di pianificazione del servizio:
    1. Il meccanismo di subentro è stato concepito proprio al fine di eliminare il vantaggio competitivo del Gestore già presente sul mercato: il periodo di 180 giorni è infatti il limite massimo di presa in carico delle linee e quindi dei veicoli poiché l'Aggiudicatario ha massima libertà di compressione della programmazione di tutte le fasi previste nella clausola in questione. La progettazione, sperimentazione ed implementazione della architettura fisica e funzionale della piattaforma AVM può essere avviata dal giorno stesso di consegna formale dell'incarico da parte del Committente mentre il montaggio fisico degli apparati di bordo può essere avviato contestualmente alla presa in carico delle linee che al 180° giorno deve essere completato ma che può essere parzialmente implementato per blocchi prima della scadenza indicata. A prescindere dalla conclusione del "periodo transitorio" ovvero della presa in carico dell'ultima linea, l'Aggiudicatario ha comunque 60 + 180 giorni (8 mesi) di temo per formalizzare la completa finalizzazione del sistema AVM (il Gestore uscente ha ricevuto l'incarico il giorno 12/05/2010 e, sebbene il collaudo formale della piattaforma AVM sia avvenuto il giorno 21/07/2011 cioè un anno dopo, ha implementato il sistema da zero in modo tale da consentire il calcolo formale dell'Indice Globale di Regolarità su base AVM già per il mese di Ottobre 2010, ovvero dopo appena 3,5 mesi dalla consegna predetta sul doppio delle vetture di ciascun lotto). Tenendo conto: dell’esperienza sulla implementazione delle architetture AVM intercorsa nell'arco dell'ultimo decennio; della franchigia del 5% del servizio sulla tracciabilità AVM e di ogni deroga del caso per l'insorgere di "causa non imputabile all'Aggiudicatario", si ritiene il tempo di 180 + 60 = 240 giorni (8 mesi) sia coerente con le ragionevoli capacità tecniche di ogni Concorrente di adeguata esperienza. Si chiarisce che il cd "periodo transitorio" di cui agli art. 4.5.10 e 6.3 debba intendersi come limite massimo previsto di 180 giorni, come esposto chiaramente nell'ultimo capoverso dell'art. 4.2, a prescindere dalla effettiva presa in carico di tutte le linee prima del 180° giorno.
    2. Il Capitolato non prevede alcun vincolo sulla natura HW/SW delle componenti delle architetture fisiche e funzionali della piattaforma AVM per le quali l'Aggiudicatario può prevedere qualunque soluzione soddisfi le proprie specifiche esigenze industriali. L'intero complesso degli obblighi informativi sul servizio si risolve nella trasmissione di semplici file di testo.
     
    Richiesta 3 - Per quanto al Capitolato Speciale tecnico prestazionale, paragrafo 4.5.2 e successivi: si dice che i file GTFS sono trasmessi dalle vetture. Si chiede di modificare tale requisito, che imporrebbe il GTFS come lo specifico protocollo di comunicazione tra le vetture e la centrale AVM. I protocolli dei sistemi AVM sono generalmente protocolli che ottimizzano le comunicazioni, proprietari o in alternativa basati su standard specifici, quali ad esempio VDV o RTIG, mentre il GTFS è uno protocollo dedicato all'informazione all'utenza. E' ragionevole che la centrale AVM comunichi con il Committente tramite GTFS, in modo da fornire elementi utili ad informare gli utenti, ma non sembra adeguato chiedere che i dati tra sistemi di bordo e centrale AVM avvengano tramite GTFS.

    Risposta 3 - GTFS - trasmissione dati dal veicolo: si precisa che con la locuzione "i relativi file in formato GTFS trasmessi dalla vettura" si intende che "i file originati dalla vettura e trasmessi (in qualunque formato) alla Centrale AVM dell'Aggiudicatario, sono da questo trasmessi come GTFS ai soggetti incaricati dal Committente".
     
    Richiesta 4 -Per quanto all' Allegato 17 paragrafo 5.9: viene chiesto che le centraline degli indicatori di linea siano dotate di interfaccia seriale RS232/485, mentre al paragrafo successivo viene riportato uno schema che prevede comunicazioni Ethernet. Si chiede di chiarire il requisito.

    Risposta 4 - Centraline indicatori di linea - interfaccia: Si precisa che le specifiche contenute all'interno del paragrafo 5.9 sono relative alla definizione puntuale dei requisiti tecnici degli indicatori di percorso mentre lo schema proposto nel paragrafo 5.10 serve a fornire una sintesi di alto livello della integrazione di tutti gli apparati di bordo installati. Stante che l'onere dell'acquisto, installazione e gestione del sistema AVM e degli apparati di bordo ad esso connessi è a carico dell'Aggiudicatario, resta inteso che le uniche specifiche obbligatorie sono quelle direttamente impattanti sulle funzionalità erogate, non solo nei confronti dei fruitori finali ma anche in termini di processi gestionali. Al contrario, le soluzioni tecnologiche adottate possono essere proposte in maniera più arbitraria, ferma restando la qualità delle stesse e la rispondenza ai migliori standard qualitativi disponibili sul mercato.
     
     
    15/01/2019 12:29
  3. 15/01/2019 12:43 - Buongiorno,
    in allegato richiesta di chiarimenti.

    Cordiali saluti.


    D 18  Con riferimento al punto 8 del Disciplinare ai sensi del quale “Ai sensi dell’art.89, comma 7 del Codice, il contratto di avvalimento contiene, a pena di nullità, la specificazione  dei requisiti forniti e delle risorse messe a disposizione dall’ausiliaria”, al fine di formulare un offerta economica informata e congrua e pertanto di elaborare il connesso piano economico finanziario si chiede a codesta stazione Appaltante di confermare che in caso di avvalimento di requisiti economico-finanziari (“avvalimento di garanzia”), come confermato dalla giurisprudenza (da ultimo Consiglio di stato sentenza 22 novembre 2017, n.5429), non è necessario che la dichiarazione negoziale  costitutiva dell’impegno contrattuale si riferisca a specifici beni patrimoniali, o ad indici materiali atti ad esprimere una certa consistenza patrimoniale e dunque, alla messa a disposizione  di beni da descrivere ed individuare  con precisione, ma è sufficiente che dalla ridetta dichiarazione emerga l’impegno contrattuale dell’ausiliaria a prestare ed a mettere  a disposizione dell’ausiliata la sua complessiva  solidità finanziaria ed il patrimonio esperienziale, così garantendo una determinata affidabilità e un concreto supplemento di responsabilità.
    R18 Secondo quanto previsto dall’art. 8 del Disciplinare di gara l’operatore economico singolo o associato può dimostrare il possesso dei requisiti di capacità economica, finanziaria, tecnica e professionale avvalendosi dei requisiti di uno o più soggetti ausiliari. Alla luce della recente giurisprudenza in materia di contratti di avvalimento (cfr. Tar Lazio Roma sez. III BIS 09/7/2018 n. 5139 e Consiglio di Stato 1216/2018) emerge che il richiamo contenuto nell’art. 8 del Disciplinare di gara “il contratto di avvalimento contiene, a pena di nullità, la specificazione dei requisiti forniti e delle risorse messe a disposizione dall’ausiliaria deve essere interpretato nel senso che dalla dichiarazione dell’ausiliaria deve emergere, con certezza ed in modo circostanziato, l’impegno contrattuale a prestare e a mettere a disposizione dell’ausiliata la complessiva solidità finanziaria e il patrimonio esperienziale della prima, così garantendo una determinata affidabilità e un concreto supplemento di responsabilità. Tale impegno, a diventare un garante dell’impresa ausiliata sul versante economico-finanziario, non può risultare nel contratto in modo generico e quale semplice formula di stile, ma deve essere in qualche modo determinato o, quantomeno, determinabile, poiché l’impegno contrattualmente assunto dall’ausiliaria deve ritenersi completo, concreto, serio e determinato, nella misura in cui attesta la messa a disposizione del fatturato e contenga un vincolante impegno finanziario nei confronti della stazione appaltante.
     
     
    D19 Con riferimento agli obblighi di subentro al gestore uscente per quanto concerne i mezzi nel periodo transitorio di cui all’art.4 del Capitolato e all’art.4 dello “Schema di contratto di servizio” ove, tra gli obblighi previsti a carico dell’appaltatore, si individua in ordine alle vetture destinate al servizio l’obbligo di “acquistare il parco mezzi indicato nell’allegato 20 al Capitolato nello stato d’uso in cui si trova al prezzo di acquisto e secondo le modalità di pagamento indicate negli atti di gara”, al fine di formulare un’offerta economica informata e congrua e pertanto di elaborare il connesso piano economico finanziario si chiede a codesta Stazione appaltante  di chiarire se i mezzi di cui all’Allegato 20 del capitolato
    1. Rientrano nella disponibilità del gestore uscente a titolo di proprietà ovvero
    2. Sono stati acquistati dal gestore uscente mediante contratti di leasing , e in caso di risposta affermativa, se
    3. È consentita l’acquisizione della disponibilità dei mezzi di cui all’Allegato 20 da parte dell’aggiudicatario tramite subentro nei contratti di leasing in essere.
    R19 Si rinvia ad apposita dichiarazione rilasciata dall’attuale gestore Roma TPL scarl, di seguito riportata. (v. file FAQ pubblicato al seguente link https://www.comune.roma.it/web/it/bando-concorso.page?contentId=BEC211302 o file FAQ della piattaforma tuttogare)
     
     
    D20 Con riferimento al punto 18.2 del Disciplinare  recante il “Metodo di attribuzione del coefficiente per il calcolo del punteggio dell’offerta tecnica ”nell’ambito del quale è indicato tra i criteri di valutazione il criterio PT7.2 “Qualità ambientale del parco bus al termine di ciascuno degli 8 anni contrattuali”, al fine di formulare un’offerta economica informata e congrua si chiede a codesta Stazione Appaltante  di confermare la correttezza della formula IQAij e in caso positivo fornire un esempio di applicazione della stessa.
    R20. Si conferma la notazione riportata nella documentazione di gara con l’avvertenza di:
    • risolvere le sommatorie prima per l’indice (k) e poi per l’indice (j);
    • risolvere le due sommatorie (A) =  Bk*Nkj e (B) =  Nkj indipendentemente;
    • calcolare il rapporto (A)/(B) per ogni anno j-esimo;
    • sommare tutti i rapporti (A)/(B) di ogni anno j-esimo e dividerne la somma per 8 ovvero calcolarne la media aritmetica.
    29/01/2019 11:30

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

ROMA CAPITALE

Roma Capitale DRS-CUC - p.zza G. da Verrazzano, 7 Roma (RM)
Tel. - per ogni tipo di informazione, gli operatori economici devono chiamare esclusivamente il numero 02-40031280) - Fax. 06.4115333 - Email: protocollo.razionalizzazionespesaappalticontratti@comune.roma.it - PEC: romacapitale@pec.tuttogare.it