Gara - ID 21

Stato: Scaduta


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante MUNICIPIO ROMA II
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi tecnici
PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA PER “LA REVISIONE DELLA PROGETTAZIONE DEFINITIVA E PROGETTAZIONE ESECUTIVA DELLA BIBLIOTECA DI VIA DELLA LEGA LOMBARDA PRESSO L’EX DEPOSITO ATAC”
CIG7716285FCE
CUPJ82H18000790004
Totale appalto€ 168.590,40
Data pubblicazione 09/01/2019 Termine richieste chiarimenti Venerdi - 15 Febbraio 2019 - 12:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 25 Febbraio 2019 - 12:00 Apertura delle offerteLunedi - 18 Marzo 2019 - 09:30
Categorie merceologiche
  • 71221 - Servizi di progettazione di edifici
DescrizioneLe prestazioni oggetto dell’appalto rigurdano:
  • revisione e aggiornamento del progetto definitivo (architettonico e strutture in c.a); verifica sismica delle strutture esistenti e individuazione delle carenze strutturali (analisi storico critica e relazione sulle strutture esistenti, indagini sui materiali e sulle strutture esistenti)
  • redazione progetto esecutivo.
Struttura proponente Roma Capitale Municipio II
Responsabile del servizio VITALIANO TACCIOLI Responsabile del procedimento LO CACCIATO SARA
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf allegato-a-protocollo-integrita - 3.13 MB
28/12/2018 13:25
File pdf dicsclipinare-incarico - 1.22 MB
28/12/2018 13:25
File pdf allegato-relazione-archeologica-e-indagini-tomografiche - 4.17 MB
28/12/2018 13:25
File pdf qe-biblioteca-via-della-lega-lombarda - 21.63 kB
28/12/2018 13:25
File pdf allegato-relazione-stato-di-conservazione-ex-deposito-atac - 6.41 MB
28/12/2018 13:25
File pdf importi-opera-distinti-per-categoria - 16.82 kB
28/12/2018 13:25
File pdf calcolo-parcella-ai-sensi-del-dm-17-06-2016 - 55.93 kB
28/12/2018 13:25
File pdf cb-1552-disciplinare-di-gara-biblioteca-lega-lombarda - 3.96 MB
07/01/2019 14:21
File zip progetto-definitivo - 70.32 MB
07/01/2019 14:23
File pdf determina-78769-03-12-2018-tb0100000012 - 144.63 kB
07/01/2019 14:25
File pdf cb-1552-bando-biblioteca-lega-lombarda - 2.54 MB
07/01/2019 14:48
File zip progetto-definitivo-2 - 147.82 MB
06/02/2019 15:12
File pdf Curriculum Vitae SIMONCINI MARCO - 437.22 kB
10/04/2019 10:55
File pdf Curriculum Vitae SBORDONI MAURO - 3.87 MB
10/04/2019 10:55
File pdf Curriculum Vitae GRIPPO GIANPIERO - 71.06 kB
10/04/2019 10:55
File pdf Atto di costituzionedella Commissione valutatrice - 209.05 kB
10/04/2019 10:55

Seggio di gara

Atto di costituzione CB/2878/2018 - 04/12/2018
Nome Ruolo CV
lo cacciato sara rup
crescenzi fabrizio supporto al rup
raffaella romagnoli testimone

Commissione valutatrice

File pdf Atto di costituzione CB/665/2019 - 10/04/2019
Nome Ruolo CV
SIMONCINI MARCO PRESIDENTE File pdf
SBORDONI MAURO COMMISSARIO File pdf
GRIPPO GIANPIERO COMMISSARIO File pdf

Avvisi di gara

09/04/2019COMUNICAZIONE DD AMMISSIONE PROCEDURA DI GARA
Ai sensi dell’art. 76 del D.Lgs. 50/2016, si comunica che la Determina Dirigenziale di Esclusione dalla procedura/Ammissione alla fase successiva di gara, rep. n. CB/658/2019 del 09/04/2019 prot.n. CB/54737/2019; della procedura in oggetto è stata pubb...
25/03/2019COMUNICAZIONE AVVIO FASE SOCCORSO ISTRUTTORIO
Si comunica che a seguito della valutazione della documentazione amministrativa, per alcuni concorrenti è necessario attivare ai sensi dell’art. 83, comma 9 del D.Lgs.50/2016, la fase del soccorso istruttorio. La documentazione integrativa dovrà perve...
21/03/2019Comunicazione data di apertura della busta Busta A - Documentazione Amministrativa della procedura Aperta: PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA PER “LA REVISIONE DELLA PROGETTAZIONE DEFINITIVA E PROGETTAZIONE ESEC
Si comunica che l'apertura della busta Busta A - Documentazione Amministrativa per la procedura in oggetto avverra in data Lunedi - 25 Marzo 2019 - 09:00...
18/03/2019Comunicazione data di apertura della busta Busta A - Documentazione Amministrativa della procedura Aperta: PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA PER “LA REVISIONE DELLA PROGETTAZIONE DEFINITIVA E PROGETTAZIONE ESEC
Si comunica che l'apertura della busta Busta A - Documentazione Amministrativa per la procedura in oggetto avverra in data Giovedi - 21 Marzo 2019 - 09:00...
07/02/2019DELUCIDAZIONI IN MERITO AD ALCUNE RICHIESTE DI CHIARIMENTO PERVENUTE
A seguito di richieste di chiarimenti pervenute e ritenute di carattere generale, si specifica quanto segue: In riferimento alla  relazione archeologica e indagini tomografiche allegata al  bando, ed in dettaglio alla pianta allegata in cui nella dist...
06/02/2019comunicazione pubblicazione altri documenti progetto definitivo
SI COMUNICA CHE A SEGUITO DI RICHIESTE PERVENUTE, SI E’ PROCEDUTO IN DATA ODIERNA ALLA PUBBLICAZIONE DEI RESTANTI ELABORATI DEL PROGETTO DEFINITIVO POSTO A BASE DI GARA. TALI ELABORATI SONO DISPONIBILI, NELLA SEZIONE ALLEGATI, NELLA CARTELLA COMPRESSA D...

Chiarimenti

  1. 11/01/2019 18:37 - Premesso che il disciplinare di gara, al punto 4, pag 6, riporta quanto segue: "La prestazione principale è quella relativa alla categoria edilizia E.13 - Biblioteca", mentre al punto 7.1, lett. c), pag. 12 riporta: "La progettazione architettonica è riservata ai laureati in architettura o muniti di laurea equipollente che consente l'iscrizione all'albo degli architetti, sez. A, trattandosi di immobile di interesse storico-artistico sottoposto a vincolo".
    Pertanto, alla luce di quest'ultima indicazione, lo scrivente ritiene che la categoria edilizia principale debba essere E.22 e non la E.13.


    In riferimento al quesito proposto, si ritiene, come possibile visionare dal progetto definitivo approvato, che l’intervento di cui all’oggetto sia relativo alla realizzazione di un edificio con funzione di biblioteca all’interno di un manufatto di interesse culturale. Il progetto non si muove nell’ambito della manutenzione restauro, risanamento conservativo, se non per quanto riguarda la struttura esterna del capannone ex deposito ATAC, del quale si prevede la conservazione delle sole murature esterne, pensilina e copertura, in funzione del parere reso dalla Soprintendenza in sede di approvazione del progetto. L’intervento prevede una trasformazione con cambio destinazione d’uso dell’immobile in oggetto.
    Partendo quindi dal progetto definitivo approvato e in considerazione delle lavorazioni descritte si ritiene che la categoria edilizia sia: “E.13 - Biblioteca, Cinema, Teatro, Pinacoteca, Centro Culturale, Sede congressuale, Auditorium, Museo, Galleria d'arte, Discoteca, Studio radiofonico o televisivo o di produzione cinematografica - Opere cimiteriali di tipo monumentale, Monumenti commemorativi, Palasport, Stadio, Chiese”.
    Gli interventi conservativi e di consolidamento delle strutture esistenti incidono in maniera minoritaria.
    Tuttavia, ai fini della presentazione del progetto per l’autorizzazione della Soprintendenza ai sensi dell’art.21 del D.Lgs. 42/2004  è necessario che la progettazione architettonica sia riservata come specificato al punto 7.1 del bando ai laureati in architettura o muniti di laurea equipollente che consente l'iscrizione all'albo degli architetti, sez. A, trattandosi di immobile di interesse storico-artistico sottoposto a vincolo.
    Inoltre in merito alla categoria E.13, secondo quanto riportato nel disciplinare di gara, ai fini della qualificazione nell’ambito della stessa categoria, le attività svolte per opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare, non necessariamente di identica destinazione funzionale, sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti quando il grado di complessità sia almeno pari a quello dei servizi da affidare (punto 7.3 del disciplinare di gara).
    16/01/2019 08:57
  2. 17/01/2019 12:00 - Salve, 
    con la presente per sapere se la documentazione amministrativa dobbiamo predisporla noi o la allegate voi per uniformità nella piattaforma .
    Grazie 


    BUONASERA, NON SONO PREVISTI MODELLI PER LA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA AD ECCEZIONE DELL'ALLEGATO A _PROTOCOLLO INTEGRITA', PERTANTO DOVRETE PREDISPORRE VOI I MODELLI CON LE DICHIARAZIONI DI CUI AL PUNTO 15 DEL DISCIPLINARE DI GARA.
     
    17/01/2019 15:22
  3. 24/01/2019 16:11 - Si chiede se, gentilmente, si potessero avere i risultati delle indagini effettuate sugli elementi strutturali, di cui si fa riferimento a pag. 38 della Relazione Generale del Progetto Definitivo. Si chiede inoltre, se, nel caso di una S.r.l., si potesse fornire un curriculum in formato europeo per ogni socio, e un allegato unico comune a tutti i soci per quanto concerne i lavori eseguiti. Nel caso non fosse possibile, si chiede come impostare il curriculum in caso di S.r.l. Grazie.

    Al momento non è possibile integrare ulteriormente la documentazione in relazione alle indagini svolte. Possono essere forniti i curricula europei per ciascun socio. Per quanto attiene i lavori eseguiti è possibile presentare un unico allegato.
    In relazione alla documentazione di cui alla offerta tecnica si raccomenda di adeguarsi a quanto stabilito nel disciplinare di gara.
    24/01/2019 17:17
  4. 02/02/2019 16:01 - Con la presente, chiedo di effetuare un sopralluogo all'ex deposito ATAC oggetto del presente bando.
    Inoltre si fa presente che tra gli allegati non è presente la modulista relativa alla domanda di partecipazione, pertanto si chiedi l'inserimento sulla piattaforma della predetta documentazione.

    Distinti saluti


    Buongiorno, attualmente non è possibile effettuare un sopralluogo all'interno della struttura, poichè è utilizzata come area di cantiere per l'ultimazione del complesso residenziale adiacente.
    Non è prevista una modulistica, è possibile presentare il DGUE e le ultireiori dichiarazioni di cui alla lettera d'invito secondo propri modelli.
    04/02/2019 09:28
  5. 03/02/2019 11:37 - Considerando che tra gli allegati non sono presenti i modelli per la presentazione della domanda di partecipazione e per le altre dichiarazioni.
    Dove è possibile visionarli e scaricare? 


    Non è prevista una modulistica, è possibile presentare il DGUE e le ultireiori dichiarazioni di cui alla lettera d'invito secondo propri modelli.
    04/02/2019 09:28
  6. 04/02/2019 11:17 - Buongiorno, in riferimento ai requisiti di capacità tecnica e professionale (punto 7.3) come viene valutata la collaborazione ad un progetto esecutivo.
    Saluti


    Secondo quanto previsto salle Linee Guida 1, ai fini della dimostrazione dei requisiti di cui al punto 7.3 possono essere, altresì, ricompresi i servizi di consulenza aventi ad oggetto attività accessorie di supporto alla progettazione che non abbiano comportato la firma di elaborati progettuali, quali, ad esempio, le attività accessorie di supporto per la consulenza specialistica relativa agli ambiti progettuali.Ciò a condizione che si tratti di attività svolte nell’esercizio di una professione regolamentata
    per le quali è richiesta una determinata qualifica professionale, come indicato dall’art. 3 della direttiva 2005/36/CE, e purché l’esecuzione della prestazione, in mancanza della firma di elaborati progettuali, sia documentata mediante la produzione del contratto di conferimento dell’incarico e delle relative fatture di pagamento.

     
    04/02/2019 11:59
  7. 04/02/2019 16:39 - Buongiorno,
    in relazione al punto 7.2 g): intendo che il mandatario dovrà avere il 40% di 252.885,60 di fatturato medio globale annuo, e ogni mandatario il 10%. Nel caso di raggruppamento misto questo requisito deve essere rispettato anche dall'archeologo e dal giovane professionista? O sono considerate categorie scorporabili?
    in relazione al punto 7.3 h): l'importo complessivo minimo è richiesto complessivamente al raggruppamento o comunque ogni mandante deve garantire almeno il 10% di ogni servizio (es. 62.890 di S.03)?
    in relazione al punto 7.3 i): come sopra (cioè l'importo minimo è richiesto al raggrupmento nel suo complesso?)

    grazie


    Il requisito del fatturato globale deve essere soddisfatto dal raggruppamento temporaneo nel complesso. In misura maggioritaria dovrà essere posseduto dalla mandataria. Le figure dell’archeologo e del giovane professionista possono figurare come collaboratori, pertanto non dovranno produrre requisiti di cui al comma 7.2 lett. g.
    In merito ai requisiti di cui ai punti 7.3 i e h si riporta quanto previsto dalla lettera d’invito:
    Nell’ipotesi di raggruppamento temporaneo orizzontale il requisito dell’elenco dei servizi di cui al precedente punto 7.3 lett. h) deve essere posseduto, nel complesso dal raggruppamento, sia dalla mandataria, in misura maggioritaria, sia dalle mandanti.
    Nell’ipotesi di raggruppamento temporaneo verticale ciascun componente deve possedere il requisito  dell’elenco dei servizi di cui al precedente punto 7.3 lett. h)  in relazione alle prestazioni che intende eseguire, fermo restando che la mandataria deve possedere il requisito relativo alla prestazione principale.
    Il requisito dei due servizi di punta di cui al precedente punto 7.3 lett. i) deve essere posseduto dal raggruppamento temporaneo orizzontale nel complesso, fermo restando che la mandataria deve possedere il requisito in misura maggioritaria. Il requisito dei due servizi di punta relativi alla singola categoria e ID deve essere posseduto da un solo soggetto del raggruppamento in quanto non frazionabile.
    Nell’ipotesi di raggruppamento temporaneo verticale ciascun componente deve possedere il requisito  dei due servizi di punta di cui al precedente punto 7.3 lett. i)  in relazione alle prestazioni che intende eseguire, fermo restando che la mandataria deve possedere il requisito relativo alla prestazione principale.
     
    06/02/2019 08:25
  8. 06/02/2019 14:16 - Buongiorno, si chiede se, per quanto riguarda la relazione inerente alle "caratteristiche metodologiche dell'offerta", debba essere solamente testo scritto, oppure vi è anche l'opportunità di aggiungere grafici, schemi e disegni. 

    Distinti saluti


    buongiorno è possibile inserire grafici, tuttavia si ricorda che la relazione dovrà riportare pagine e caratteri come definito al punto 18 del disciplinare.
    06/02/2019 14:33
  9. 07/02/2019 10:39 - Buongiorno,
    un membro del raggruppamento temporaneo è un partecipante europeo, non italiano che non ha la firma digitale. 
    Come possiamo procedere per la firma? Una delega? Una procura?
    Grazie
    Cordiali saluti


    buongiorno, potete inserire il file non firmato digitalmente, con firma autografa allegando documento di identità. Si chiede di specificare l'appartenenza ad un altro stato.
    07/02/2019 13:14
  10. 07/02/2019 12:15 - Buongiorno,
    all'interno della relazione archeologica e indagini tomografiche allegata al presente bando, nella pianta inserita alla penultima pagina, è riportata, su un'ampia porzione dell'edificio, la seguente indicazione: Area A: conservazione dei piani esistenti.
    Questa  indicazione va interpretata come un obbligo oppure può essere considerata come un'opzione?
    Saluti
     


    Buongiorno in riferimento alla  relazione archeologica e indagini tomografiche allegata al  bando, ed in dettaglio alla pianta allegata in cui nella distinzione delle aree viene individuata "Area A: conservazione dei piani esistenti", "Area B: realizzazione del primo piano utile al di sopra della quota 23.90"; si precisa che tale indicazione è da considerarsi come un opzione nell'ambito di una rivalutazione complessiva del progetto finalizzata alla redazione di una soluzione progettuale, adesso da relazionare nell'ambito della relazione metodologica e successivamente da sviluppare in sede di epspletamento di incarico,  che dovrà porsi in maniera il più possibile meno interferente rispetto alla stratigrafia archeologica ipotizzata a seguito della campagna tomografica.
    07/02/2019 13:24
  11. 07/02/2019 12:20 - Buongiorno,
    è possibile ricevere un chiarimento in merito al sub-sub criterio di valutazione dell'offerta tecnica 2.2.b di pagina 32 del disciplinare di gara che recita: Efficacia ed efficienza delle modalità di integrazione con la committenza nelle diverse sedi.

     


    In merito al sub-sub criterio di valutazione dell'offerta tecnica 2.2.b di pagina 32 del disciplinare di gara che recita: Efficacia ed efficienza delle modalità di integrazione con la committenza nelle diverse sedi (punti max3),
    si precisa che si intendono tutte quelle azioni che possono essere promosse dal progettista al fine di garantire un confronto efficace con la committenza e con gli enti preposti alla tutela dei beni, nonché al rilascio dei pareri.
    Trattandosi di un intervento complesso su un edificio sottoposto a vincolo che dovrà garantire il recepimento di diverse istanze (funzionalità biblioteca - musealizzazione reperti – revisione con riduzione interferenze archeologiche) si ritiene opportuno valutare la capacità del professionista nella modalità di confronto su tali tematiche ( indizione conferenze servizi, acquisizione pareri previsti etc.).
    07/02/2019 15:18
  12. 06/02/2019 13:56 - Buongiorno,
    nel disciplinare di gara (pg.20) è  indicato il contenuto della busta A - documentazione amministrativa: domanda di partecipazione, dichiarazioni integrative, il DGUE in versione informatica, nonché la documentazione a corredo, in relazione alle diverse forme di partecipazione.
    Dov'è possibile scaricare il modulo per la domanda di partecipazione e per le dichiarazioni integrative relative alla presente gara?
    Saluti


    Buongiorno, non sono stati predisposti modelli di partecipazione, pertanto la domanda potrà essere redatta da voi, allegando il DGUE e le dichiarazioni di cui al punto 15 della lettera d'invito. E' stato predisposto il solo modello A protocollo di integrità da sottoscrivere.
    07/02/2019 15:22
  13. 23/01/2019 13:04 - Buongiorno, dal disciplinare non risulta obbligatorio il sopralluogo ma nel caso in cui volessimo comunque farlo come possiamo procedere? Grazie e distinti saluti 

    Buongiorno, attualmente l'immobile è ancora interessato da un area di cantiere attinente ai lavori di completamento delle parti private, pertanto un sopralluogo all'interno è molto complicato.
    E' possibile fare delle foto dall'esterno.

    Saluti, arch. Sara Lo Cacciato
    07/02/2019 15:50
  14. 30/01/2019 15:23 - Buongiorno, in merito ai requisiti di capacità tecnica professionale (7.3) al punto h) l'elenco di servizi eseguiti negli ultimi dieci anni quanti sevizi prevede minimo da riportare per ciascuna categoria? Sempre in riferimento alla prima categoria riportata i servizi devono rientrare esclusivamente nella cat. E.13?
    Per quanto concerne il punto i) i due servizi di punta possono essere gli stessi riportati nell'elenco richiesto al punto h).
    Saluti

     


    Buongiorno in riferimento al punto 7.3 h) è previsto un elenco di servizi espletati negli ultimi 10 anni antecedenti la data di pubblicazione del bando e relativi ai lavori i ognuna delle categorie e Id indicate in tabella con i relativi importi. Non si prevede un minimo di servizi ma l’importo complessivo da rispettare.
    Ai fini della qualificazione per la categoria Edilizia, le attività svolte per opere analoghe, non necessariamente di identica destinazione funzionale, sono da ritenersi dionee a comprovare i requisiti quando il grado di complessità è almeno pari a quello dei servizi da affidare come specificato a pg.14 del disciplinare.
    I servizi possono essere gli stessi purchè rispettino gli importi della tabella di cui al punto 7.3 i).

    Saluti.
    08/02/2019 14:34
  15. 11/02/2019 19:22 - Buonasera,
    in merito ai tre progetti esecutivi svolti negli ultimi 10 anni da presentare per la valutazione della professionalità ed adeguatezza dell'offerta: ritenete sia possibile presentare il progetto *omissis?
    Saluti


    Per quanto attiene alla presentazione dei tre progetti esecutivi svolti negli ultimi 10 anni, si rimanda a quanto indicato al punto 16 del disciplinare di gara. I servizi svolti verranno valutati secondo i criteri e sub criteri di cui al punto 18.1 del disciplinare.
    12/02/2019 14:47
  16. 13/02/2019 15:44 - Buongiorno, 

    In merito all'Offerta Tecnica, per quanto riguarda i 3 servizi svolti negli ultimi 10 anni, ai fini della valutazione della Professionalità ed Adeguatezza dell'offerta, in termini di punteggio:

    1- Ha più peso un servizio affine come tipologia di intervento e destinazione funzionale a quello a base di gara per il quale è stato prestato solo il servizio di progettazione architettonica (o solo strutturale) oppure un progetto per cui sia stata eseguita dal partecipante sia la progettazione esecutiva di architettura, che della  struttura, che degli impianti, seppure come tipologia di intervento e destinazione funzionale diversa da quella oggetto della gara?

    2: Viene attribuito un punteggio pari a 0 se viene presentato come servizio svolto un servizio per cui è stata eseguita solo la progettazione definitiva e non anche la progettazione esecutiva seppure la progettazione definitiva sia relativa sia ad architettura che a struttura che a impianti e per un progetto affine come tipologia e destinazione funzionale a quello a base di gara?

    Restamo in attesa di un vostro riscontro.

    Grazie

    Saluti 
     


    Secondo quanto previsto ai punti 16 e 18 del disciplinare di gara sono richiesti un numero massimo di 3 servizi di progettazione esecutiva, affini a quelli oggetto di affidamento. Non è obbligatorio presentare tre servizi ma un massimo di 3 ritenuti dal concorrente significativi della propria capacità a realizzare la prestazione sotto il profilo tecnico, scelti tra interventi qualificabili affini a quelli oggetto dell’affidamento, individuando i sub-criteri e i sub sub criteri di cui al punto 18.1.
    Per quanto attiene ai criteri di valutazione professionalità ed adeguatezza esiste un bilanciamento tra il sub criterio adeguatezza che premia con un massimo di 20 punti l'attinenza del servizio rispetto alla categoria E.13; e il sub criterio professionalità che premia la rispondenza rispetto ai temi indicati nel disciplinare con un massimo di 15 punti acnhe per servizi non attinenti alla categoria E.13.
    In merito alle prestazioni e ai piani architettonico , strutturale ed impiantistico, si sottolinea che nel disciplinare sono previsti sub sub criteri ciascuno attinenti alla rispondenza delle prestazioni in riferimento a ciascuno dei suddetti aspetti ( si veda tabella pag.31).
    La commissione procederà con una valutazione globale dei servizi presentati attribuendo, come specificato nel paragrafo 17.2, un punteggio discrezionale che andrà poi moltiplicato per il peso dei sub criteri riportati nella suddetta tabella.
     
    14/02/2019 09:23
  17. 14/02/2019 12:20 - Quesito 1:
    Si chiedono delucidazioni riguardo:
    1- La relazione archeologica.
    2- La richiesta di inclusione di spazi per la musealizzazione.
     
    1- Dalla relazione Archeologica si deduce che i resti rinvenuti durante gli scavi svolti negli anni 2010-2013 interessano nello specifico l'area del lotto già costruita, mentre più verso ovest ,nell'area sottostante il capannone ancora esistente e oggetto di gara, si ha soltanto prova di sezioni di resistività a seguito dell'indagine tomografica eseguita nel 2008. Non è quindi disponibile una prova più dettagliata sull'entità dei resti sottostanti l'area oggetto di gara?
    2- In relazione alle proposte progettuali suggerite nel Disciplinare di gara, pag.32, "CARATTERISTICHE METODOLOGICHE DELL'OFFERTA" punto 2.2.d : " - Interrelazione del progetto con i ritrovamenti archeologici e predisposizione di spazi museografici; - valorizzazione del progetto in termini di utilizzo e rifunzionalizzazione (predisposizione di spazi multimediali, spazi per la musealizzazione)" ,
    - Quando si parla di musealizzazione e di spazi museografici , si intende la musealizzazione dei  resti rinvenuti durante la campagna di scavo 2010-2013 nella parte già attualmente costruita del lotto, e quindi di resti recuperati nell'area prossima all'area di progetto e da ricollocare ora all'interno dell' area della biblioteca oggetto di gara? Se si, di che tipo di resti si tratta e di quali entità?
    - Riguardo le evidenze archeologiche presunte dalle indagini tomografiche al di sotto dell'area oggetto di gara, sono da considerare come resti di cui dovrà essere prevista la rimessa in luce e la conseguente musealizzazione, oppure si dovrà evitare di interferire con i resti archeologici e dunque prevedere semplicemente la realizzazione del piano di caplestio al disopra  della quota 23,90 ?
     
    Quesito 2
    In riferimento alla relazione  Archeologica posta come documento a base di gara, si chiedono delucidazioni sulla pianta relativa allo stato di fatto (pag.7) in particolar modo riguardo le quote altimetriche specifiche dell'area A  : area A (conservazione dei piani esistenti). Dalla sezione C-C' presente nell'elaborato 22 - STATO DI FATTO - PIANO QUOTATO SI DEDUCE LA QUOTA 24,20. Si chiede se tale quota è costante in tutta l'area A e in caso contrario quali sono le quote dell'area A (stato di fatto).
     
    Quesito 3
    Si richiedono delucidazioni riguardo "il Museo ipogeo in corso di realizzazione con cui porsi in dialogo" a cui si fa riferimento a pag.6 della relazione archeologica:
    - Si tratta di un museo appartenente all'area oggetto di gara o di un museo al di sotto dell'area del lotto già costruita?


    In merito al punto 1 sull'area oggetto della progettazione della biblioteca non sono state effettuate indagini più dettagliate, al momento i dati in possesso sono quelli relativi alle indagini tomografiche. 2- in merito alla musealizzazione in fase di revisione del progetto definitivo dovranno essere predisposte alcune aree per la musealizzazione di reperti già rinvenuti nell'area adiacente a quella oggetto dell'incarico. Al momento si richiede nell'ambito della relazione metodologica di proporre delle idee sintetiche per la predisposizione di tali spazi. la tipologia dei reperti da esporre sarà concordata con la soprintendenza archeologica. il progetto dovrà porsi in modo il più possibile meno interferente con il sedime archeologico.
    In merito al punto 2, come puntualizzato in altro quesito, l’indicazione di preservazione dei piani esistenti è da considerarsi come ipotesi. In merito alle quote esistenti, come desumibile dal progetto definitivo, la quota 24.20 è quella di riferimento per la porzione ricadente come area A (conservazione dei piani esistenti).
    Il museo ipogeo è un museo in fase di realizzazione nell’area adiacente a quella in oggetto, ma non ricade nel lotto a base di gara.
    14/02/2019 15:21
  18. 14/02/2019 16:41 - Buon pomeriggio,

    in merito ai 3 servizi di progettazione esecutiva: i certificati di regolare esecuzione devono essere computati nel totale massimo di 10 cartelle formato A4?

     


    Buongiorno, si, devono essere inseriti nell'ambito delle 10 cartelle formato A4 come definito al punto 16 del disciplinare.
    15/02/2019 08:38
  19. 14/02/2019 17:26 - Buonasera,

    Il quesito n°7 nomina la figura dell'Archeologo.
    Si conferma che tale figura è opzionale e non è obbligatorio inserirla nel gruppo di lavoro?

    Grazie

     


    Si la figura dell'archeologo è opzionale.
    15/02/2019 08:39
  20. 14/02/2019 17:34 - In merito all'Offerta Tecnica, per quanto riguarda i 3 servizi svolti negli ultimi 10 anni, ai fini della valutazione della Professionalità ed Adeguatezza dell'offerta, inserendo:
    - un servizio per il quale si è eseguita la progettazione esecutiva architettonica,
    - un servizio per il quale si è eseguita la progettazione esecutiva strutturale,
    - un servizio per il quale si è eseguita la progettazione esecutiva impiantistica,
    si può ottenere in tal modo il massimo del punteggio?


    Come definito a pg. 31 del disciplinare di gara, la commissione procederà con una valutazione globale dei servizi presentati attribuendo, come specificato nel paragrafo 17.2 un punteggio discrezionale che andrà poi moltiplicato per il peso dei sub criteri riportati in tabella, all’interno della quale sono previsti sub sub criteri relativi ai piani architettonico, strutturale e impiantistico.
    15/02/2019 14:00

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

ROMA CAPITALE

Roma Capitale DRS-CUC - p.zza G. da Verrazzano, 7 Roma (RM)
Tel. - per ogni tipo di informazione, gli operatori economici devono chiamare esclusivamente il numero 02-40031280) - Fax. 06.4115333 - Email: protocollo.razionalizzazionespesaappalticontratti@comune.roma.it - PEC: romacapitale@pec.tuttogare.it